Altavilla Milicia, maxi furto ai danni della sicurezza ferroviaria

 -  - 


Gli agenti del compartimento di Polizia Ferroviaria siciliana hanno bloccato e tratto in arresto cinque malviventi. Si tratta di D.F.P., 28enne palermitano, F.P., 32enne palermitano, D.F.S., 36enne di Altavilla Milicia, C.M., 36enne di Altavilla Milicia e V.C., 20enne palermitano. Intorno alle 23.00 di venerdì sera, uno dei malfattori è stato notato dagli agenti della Polizia, che insospettitosi, ne avrebbero intravisti altri quattro nei pressi del tratto della linea ferrata, in zona Altavilla Milicia. Da qui la decisione di osservare le gesta dei delinquenti, che da lì a poco avrebbero portato avanti una gravissima azione criminale, ovvero quella di asportare due casse induttive da 230 kg, negandone il normale funzionamento. Si tratta di dispositivi che segnalano l’ingombro di un tratto di linea ferrata, che in determinate circostanze potrebbe essere occupato da uno o più convogli. Un furto davvero pericoloso per il tratto ferroviario, che in assenza del dispositivo quale fondamentale strumento di regolamentazione della presenza dei convogli sui binari, avrebbe potuto causare rallentamenti o altre situazioni fatali. Una moda, quella che si basa sul colpo sui preziosi cavi fatti di oro rosso, ormai troppo frequente in Sicilia, e che oltre a creare danni per milioni di euro, lascia i cittadini in elevati pericoli, anche di vita.

38 views
bookmark icon