La strage del pane, una lapide per la memoria

 -  -  1


Una lapide a Palazzo Comitini, per ricordare la Strage del pane avvenuta il 19 ottobre 1944 quando l’esercito regio aprì il fuoco contro un corteo di lavoratori e giovani studenti in via Maqueda. Una strage contro la povera gente che chiedeva pane, lavoro e diritto alla vita. A Palermo morirono quel giorno 24 persone e 158 furono i feriti. All’inaugurazione della lapide presenti l’assessore Giusto Catania, il presidente del Consiglio comunale Salvatore Orlando e il commissario della Provincia, Manlio Munafò. «La lapide in ricordo di quella barbara strage» ha detto il sindaco Leoluca Orlando «è, finalmente, un gesto di riparazione da parte delle istituzioni e della città. Il dovere della memoria, infatti, ci impone di non dimenticare una delle pagine più tristi della storia di Palermo. La strage del pane è stato un enorme sacrificio e continuiamo a ricordarlo come simbolo del diritto dei popoli di rivendicare la propria libertà e per il diritto alla vita e alla dignità». Alla cerimonia, tra gli altri, era anche presente Gaetano Balistreri, ferito e unico superstite di quel tragico giorno.

49 views
bookmark icon
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: