Iachini: “Commettiamo gli stessi errori” Vazquez convocato dall’Italia

 -  - 


[dropcap size=big]A[/dropcap]l termine del match perso in casa del Chievo, il tecnico del Palermo,Giuseppe Iachini, si è espresso così in merito all’andamento della gara: “La nostra idea era ovviamente quella di giocarci la partita ma nel primo tempo abbiamo commesso troppi errori individuali che hanno spianato la strada al Chievo. Il rammarico è dettato dal fatto che abbiamo preso gol dal rinvio del portiere, mentre quando dobbiamo essere noi a trovare la via del gol ci tocca trovarla tramite il gioco. In questo periodo la palla non vuole entrare come dimostra l’occasione fallita da Dybala. Nel secondo tempo a causa di errori di rifinitura e dell’ennesimo legno stagionale non siamo riusciti a trovare il gol, con un pò di fortuna in più avremmo tutt’altra classifica”. Delusione manifestata anche dalle parole di Maresca: “Le ultime partite dicono che c’è stato un calo, anche se dal punto di vista difensivo sono state ottime; ci manca il gol, ma la prestazione c’è stata. Palermo sfortunato? Sì, qualche palo o traversa in meno voleva dire qualche punto in più – dichiara il regista rosanero – . Noi abbiamo fatto bene fino a qualche settimana fa, ora abbiamo qualche difficoltà, ma il campionato e il calcio sono questo. La prossima sfida al Milan? Io spero che Inzaghi, mio compagno alla Juve, rimanga. Le difficoltà le sta avendo il Milan in generale. Va fatta un’analisi giusta, credo che stia facendo il campionato che deve fare e fino alla fine lotterà per un posto in Europa. Vazquez? Sicuramente è un giocatore dalle potenzialità enormi, speriamo che possa essere convocato in Nazionale perché lo meriterebbe. Facciamo il tifo per lui, con la speranza come mister Conte lo possa chiamare. Il Clasico di domani? Sarà una partita a viso aperto, nessuna delle due squadre penserà a chiudersi perché non rientra nella loro filosofia. Ancelotti e Luis Enrique non faranno una partita d’attesa”. Nel frattempo è arrivata la convocazione in Nazionale di Franco Vazquez, chiamato dal ct Antonio Conte: “Sono davvero felice per questa convocazione, farò di tutto per onorare la maglia azzurra – commenta “El Mudo” – . Sono orgoglioso di questa chiamata il cui merito è da dividere con tutti i miei compagni. A loro va il mio ringraziamento perché senza il loro apporto non avrei potuto centrare questo traguardo. Ringrazio ovviamente la Società ed il Presidente, ma non posso non dedicare un pensiero alla mia fidanzata e alla mia famiglia, che mi è sempre stata vicino. Se mi piacerebbe ripercorrere le orme di Camoranesi? Lui ha vinto un Mondiale, io non sono ancora sceso in campo. Ma sarebbe un sogno centrare i suoi stessi traguardi”.

38 views
bookmark icon