Calcio Femminile serie C: Ludos Palermo- Aprilia Racing 5-1

 -  -  20


LUDOS –  APRILIA RACING = 5-1

LUDOS: Campanella, Newcomb, Intravaia (23′ st Governale), Cusmà, Todaro, Zito (39′ st Talluto), Giaimo (23′ st Sciarratta), Campo, Dragotto, Bassano (39’ st Schillaci), Riccobono (5′ st La Cavera). Allenatrice: Antonella Licciardi.

APRILIA RACING: Scirè (33’ st Guidobaldi), Messore (39’ st Vittori), Cusella, Di Federico, Croce (44′ st Bianciardi), Colli, Sparapani, Maiorca, Biasotto, Tedesco (29′ st Djokouo), Galluzzi. Allenatore: Fabio Bianchi.

ARBITRO: Gambuzzi di Reggio Emilia coadiuvato dagli assistenti di linea Barone e Gianquinto di Marsala.

RETI: 37’ pt Campo (L), 40′ pt Bassano (L), 3′ st rig. Biasotto (A), 8′ st La Cavera (L), 11′ st Dragotto (L), 43′ st Schillaci (L).

La Ludos batte tra le mura amiche, col punteggio di 5-1, l’Aprilia Racing e colleziona la quarta vittoria interna consecutiva. Avvio frizzante, con le siciliane che sciupano diverse ghiotte occasioni. Al 6’ – su lancio di Cusmà – Bassano arriva davanti a Scirè ma chiude male l’angolo di tiro. La stessa giocatrice ha un’altra buona chance al 15’. Al 35’ apertura di Intravaia per Dragotto, la punta però non trova la stoccata vincente. Il meritato vantaggio giunge al 37’: Giaimo serve Dragotto che conclude in porta anticipando Scirè in uscita, Croce riesce a respingere la palla prima che entri ma Campo recupera la sfera e la spedisce in fondo al sacco, realizzando così il suo primo gol stagionale. Tre minuti dopo, con una azione quasi in fotocopia, arriva il raddoppio: Giaimo per Dragotto che appoggia per Bassano e la numero dieci realizza il 2-0. La ripresa si apre con un contatto in area tra Intravaia e Biasotto che l’arbitro giudica irregolare. Sul dischetto si presente la stessa Biasotto che accorcia le distanze. La Ludos non ci sta e già al 4’ va vicina alla terza rete: fucilata da fuori area di Campo con il pallone che picchia sulla parte interna della traversa. All’8’ ci pensa La Cavera a siglare il 3-1 con un bel diagonale. E all’11’ Dragotto, con un magistrale calcio di punizione, mette al sicuro il risultato. Al 17’ l’arbitro concede un altro rigore alle laziali per un dubbio contatto tra Zito e Messore ma questa volta Biasotto, dagli undici metri, manda la palla fuori. Al 18’ conclusione di Bassano che Scirè respinge con l’ausilio del palo. Prima del triplice fischio fa festa anche la neoentrata Schillaci, che sfrutta alla perfezione l’assist di La Cavera e realizza la rete che chiude lo score.

Com. Stam.

20 recommended
comments icon 0 comments
0 notes
187 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *