Trasferte decisamente positive per Project Team

 -  -  23


Alla Ronde di Sperlonga, successi di categoria per Santoro-Grandi (Mitsubishi Lancer Evo IX R4), Taglienti-Falasca (Renault Twingo R2) e Munafò-Galipò (Citroen Saxo) Al Prealpi Master Show, invece, punti pesanti per i neo portacolori Silvestri-Guerretti (Mitsubishi Lancer Evo IX) nel Raceday Terra

Sperlonga (Lt), 16 dicembre 2018 – Al netto di qualche piccola eccezione, trasferta dai risvolti decisamente positivi per gli equipaggi della scuderia Project Team, una volta portata a termine la 10ª Ronde di Sperlonga. Lungo gli asfalti del Latinense, infatti, performance da incorniciare per Luca Santoro e Carmen Grandi che, su Mitsubishi Lancer Evo IX della ML Garage, hanno fatto propria tanto la decima piazza assoluta quanto la “R4”, chiudendo al meglio un 2018 già impreziosito dall’alloro di categoria conseguito nell’International Rally Cup Pirelli. Alle loro spalle, a ridosso della top ten, si sono inseriti gli altri talentuosi ciociari Simone Taglienti e Alessandro Falasca che, sempre a bordo della Renault Twingo della d’Avelli Racing, hanno conquistato una competitiva “R2B” (ben 13 le auto al via). Nella medesima categoria, da registrare il buon quarto posto per il figlio d’arte Giuseppe Gianfilippo, in coppia col fido Sergio Raccuia e, di fatto, al debutto con la Renault Twingo in configurazione Evo e preparata dalla Ferrara Motors, dopo un triennio trascorso al volante della Citroen Saxo.

Nonostante mille e più problemi meccanici, non è stato da meno l’esperto Franco Laganà che, alla guida della Mitsubishi Lancer Evo IX della GPR Sport e con al fianco la giovane navigatrice siciliana Ilaria Rapisarda (ovvero l’analoga nonché efficace accoppiata già salita sul podio del Rally di Casarano, lo scorso aprile) ha centrato la piazza d’onore nella “R4”. In evidenza, altresì, gli “under 25” siculi Giuseppe Munafò e Francesco Galipò, su Citroen Saxo, veri e propri dominatori della “A6”, seguiti dai corregionali e compagni di squadra Giuseppe Picciuca e Gabriele Clerici, su Peugeot 106 Rally. Giunti al traguardo anche gli altri isolani Salvatore Sfogliano e Nunzio Longo, su Fiat Uno Turbo, e Alessandro Scalia, new entry tra le file della Project Team che, sul sedile di destra della Peugeot 208 della Msport, ha potuto contare sul valido Giovanni Barbaro macinando chilometri utili in ottica 2019. Bene anche Roberto e Dario Buglione, padre e figlio, coadiuvati alle note, rispettivamente, da Dario Pacitti e Marco del Grecoed entrambi su Skoda Fabia R5. Non è andata altrettanto bene a “Mattonen” (Mitsubishi Lancer Evo X della ML Garage) e Giulia Taglienti, costretti al ritiro per una toccata nella prima delle quattro prove speciali in programma.

Medesimo weekend, altro fronte, altra sfida. Non poteva sperare in miglior epilogo il neo portacolori Lele Silvestri, reduce dai selettivi sterrati del Trevigiano, teatro del 20° Rally Prealpi Master Show. Archiviato il secondo appuntamento del Challenge Raceday Terra 2018/2019, infatti, Il conduttore romano, che ha condiviso l’abitacolo della Mitsubishi Lancer Evo IX con Andrea Guerretti, è salito sul terzo gradino del podio di una a dir poco “affollata” N4 (ben 18 gli avversari allo start) conseguendo, altresì, la vetta di categoria nel Trofeo Pirelli e un prezioso secondo posto di Raggruppamento nel “Challenge”; piazzamenti che gli sono valsi punti pesanti per il prosieguo della stagione dopo quelli già incassati al Rally delle Marche, round d’apertura della serie.

Com. Stam.

santoro-grandi (ronde di sperlonga 2018)

taglienti-falasca

silvestri-guerretti (rally prealpi master show 2018)

 

23 recommended
comments icon 0 comments
0 notes
287 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *