Padova soffre fino all’ultimo a Monleale ma incassa i 3 punti mentre serve l’overtime fra Asiago e Real. In B l’Edera vince e rimane in testa.

 -  -  5


Milano e Vicenza “a braccetto” in testa alla classifica. L’impresa è del Piacenza che espugna Ferrara. Padova soffre fino all’ultimo a Monleale ma incassa i 3 punti mentre serve l’overtime fra Asiago e Real. In B l’Edera vince e rimane in testa alla classifica; la CV Skating la spunta al supplementare con il Tergeste e sale al secondo posto.

Qualche gara “come da pronostico” ma anche qualche “botto” sia in Serie A che in serie B nel weekend appena terminato. Nessuno ferma Milano e Vicenza che “vanno in vacanza” a punteggio pieno e con due “scorpacciate” di goal rispettivamente contro Verona e Cittadella, mentre sovverte in pieno il pronostico il Piacenza che espugna un Ferrara in piena crisi di risultati. In B, Civitavecchia, fra derby con Castelli Romani e Tergeste, incassa 5 punti e si porta in solitaria al secondo posto a tre lunghezze dall’Edera che batte facilmente il Forlì.SERIE A – Milano e Vicenza non hanno alcuna pietà di Cittadella e Verona; Padova passa sul filo di lana a Monleale mentre Asiago batte il Real nell’extra-time tornando al 4° posto. “Impresona” del Piacenza che vince a Ferrara e apre la crisi degli estensi.

Troppo facile per Vicenza che, fra le mura amiche, prende a “ceffoni” i giovani del CUS Verona che incassano 16 reti senza metterne a segno nemmeno una. In evidenza il solito Delfino con 6 reti ma, meglio di lui, lo sloveno Zerdin che mette a referto ben 7 punti, frutto di una rete e 6 assist. Per i Diavoli è Nicola Munari a parlare del match e a fare il punto sulla stagione dei berici: << Questa sera è andato tutto liscio eccetto qualche momento di disattenzione in cui non siamo stati bravissimi ma ce la siamo comunque cavata; sono contento del risultato e naturalmente soddisfatto di aver segnato, fa sempre piacere. Io mi trovo molto bene qui, la squadra è fantastica, vado d’accordo con tutti e da inizio stagione ad ora c’è stato un bel cambiamento, stiamo crescendo e sono quindi molto contento >>. Per il Verona la classica “serataccia” che i ragazzi di Pernigo, alla costante ricerca di spunti di crescita, potranno metabolizzare in fretta avendo il prossimo weekend la possibilità di giocare in Coppa Fisr contro Asiago e Real.

Meno eclatante ma altrettanto netta la vittoria del Milano che a Cittadella fatica per i primi 25 minuti ma poi “spacca” la gara con la tripletta di Andrea Bellini che consente al Quanta di amministrare e ripartire in contropiede arrotondando il risultato fino al 3-10 finale. Eppure nel primo tempo il Cittadella “l’aveva messa giù dura” agli uomini di Rigoni che si erano portati sul 4-1 per poi vedersi rimontati fino al 4-3 dell’intervallo. Per i padroni di casa questa la lettura del match di Elia Vaglieri: << La partita non è iniziata nel migliore dei modi ma durante il primo tempo abbiamo messo in difficoltà gli avversari. Purtroppo nella ripresa siamo stati poco attenti in occasioni cruciali e Milano ne ha sempre approfittato. Abbiamo però dimostrato di non avere alcun timore delle squadre d’alta classifica e, secondo me, siamo usciti a testa alta >>. Per il Milano questo il commento del portierone Mattia Mai: << Non è stata certamente una delle nostre migliori partite, eravamo molto “corti” a roster e nonostante un avvio favorevole ci siamo fatti infilare e recuperare. Nella ripresa Cittadella ha giocato bene ma ne siamo venuti a capo grazie alla qualità dei singoli; faccio i miei complimenti a Belloni perché ha davvero fatto una gran gara. Noi ci teniamo stretti questi altri 3 punti che ci permettono di approcciare alla sosta con tranquillità e preparare al meglio le gare di gennaio che saranno decisamente toste >>.
In quel di Ferrara quella che è nettamente la sorpresa di serata, con il Piacenza che lotta come un leone e strappa i 3 punti che potrebbero essere “oro colato” in ottica salvezza. Per Ferrara, pur priva degli squalificati O’Shaughnessy e Mazzarol, una serata da incubo dopo un avvio più che promettente con il 2-0 firmato dall’americano Weger. Nella ripresa Piacenza accorcia ed impatta, Dell’Antico la ricaccia a -1 ma è Podda a firmare il rapido pareggio con il classico “goal dell’ex”. Nel finale è Fusco, in superiorità, a trovare il primo e definitivo vantaggio per gli ospiti che poi si stringono a difesa di Cipriano e portano a casa il bottino pieno aprendo la crisi del Ferrara.
Per i “Lupi” è proprio il match winner Vincenzo Fusco ad esternare la gioia per i primi 3 punti in classifica: << Una vittoria meritatissima per una squadra che nelle ultime sconfitte è cresciuta davvero molto. È stata dura ma abbiamo giocato di squadra, l’uno per l’altro su tutti i dischi e abbiamo fatto nostri questi 3 punti che sono stati senza dubbio lottati, sudati e fortemente voluti! >>. Per il Ferrara queste le parole del DS Daniele Zabbari: <>.
Ad Asiago è andato in scena il big match del 6° turno con i Vipers ad ospitare il Real Torino. Partita maschia, vibrante ed altamente spettacolare in cui “la spuntano” i padroni di casa grazie al golden goal di Cantele ottimamente pescato da Berthod. Nel dipanarsi del match, Vipers per due volte avanti ed entrambe le volte ripresi dal Torino che trova poi il momentaneo 3-2 con l’azione solitaria di Meirone. Asiaghesi premono e trovano il meritato pareggio con Rossi che buca un comunque ottimo Dal Vecchio. All’overtime una penalità a Di Fabio concede l’uomo in più agli arancioneri che ringraziano, insaccano con Cantele e fanno loro l’extra-point che consente di tornare al quarto posto. Per gli ospiti queste le parole di Zurek: << Ci aspettavamo una gara molto dura e combattuta e così è stato. Il campo ci ha un po’ penalizzato, sui goal dell’Asiago abbiamo sbagliato parecchio come all’overtime in cui ci siamo fatti trovare scoperti nonostante avessimo l’uomo in meno. E’ comunque stata una partita molto bella e giocata bene da entrambi; sabato prossimo saremo di nuovo qui per la Coppa Fisr e potremo così subito prenderci la rivincita>>. Per i Vipers questo il “messaggio” del giovane Panozzo, probabilmente il migliore in campo dei suoi: << Abbiamo messo in pista tanto cuore e tanta determinazione. Volevamo dimostrare innanzitutto a noi stessi che possiamo stare nei piani alti della classifica e che le due ultime gare sono state solo “incidenti di percorso”. Ce l’abbiamo fatta e ora non vogliamo smettere di avere questa attenzione e determinazione nell’affrontare le gare. Siamo stati proprio bravi e abbiamo vinto meritatamente! >>.
Ultimo match quello dell’Augusto Massa di Monleale dove i padroni di casa, opposti al Padova, vanno vicini a ripetere la “partitona” di sabato scorso contro Asiago. Padova scappa via ad inizio gara ma viene ripresa sul 4-4 con una fiammata degli alessandrini ad inizio ripresa. Poi occasioni da una parte e dall’altra con Peruzzi e Laner sugli scudi, ma l’equilibrio dura fino al 46mo quando è Calore, su assist di Campulla, a trovare il “piazzato” vincente dal cuore dell’area. Per i Ghosts è Pagnoni a fotografare il match: << Siamo contenti per i tre punti che erano l’obiettivo che ci eravamo prefissati, un po’ meno per il gioco messo in pista; c’è ancora molto da lavorare ma credo che si sia sulla strada giusta per poter far bene nel resto della stagione >>. Per lo Sportleale il rammarico di uscire a mani vuote ma la accresciuta convinzione di non dover recitare un ruolo marginale nelle dinamiche del campionato di serie A. Monleale e Padova (in girone con Cittadella) si riaffronteranno nuovamente sabato prossimo, sempre a Monleale, per il gironcino di qualificazione della Coppa Fisr.

Serie A – I risultati della 6a giornata (sabato 14 dicembre):
Diavoli Vicenza – CUS Verona: 16-0 (5-0)
Cittadella HP – Milano Quanta: 3-10 (3-4)
Ferrara Hockey – Lepis Piacenza: 3-4 (2-0)
Asiago Vipers – Real Torino: 4-3 ot (1-1; 3-3)
Monleale Sportleale – Ghosts Padova: 4-5 (2-4)

La classifica dopo 6 giornate: Milano Quanta e Diavoli Vicenza 18 punti; Real Torino 13 punti; Asiago Vipers 10 punti; Monleale e Padova 9 punti; HP Cittadella 6 punti; Ferrara 4 punti; Lepis Piacenza 3 punti; Cus Verona 0 punti.

SERIE B – Vince la capolista Edera Trieste ma fa praticamente il pieno di punti (5 su 6) anche la CV Skating che supera i Castelli Romani nel derby e poi il Tergeste all’overtime nell’anticipo della sesta giornata. Tergeste e Old Style vincono nettamente su Mammuth e Modena che rimangono nelle retrovie della classifiche. Questi i commenti di alcuni dei protagonisti del weekend di gare:
Giulio Mendes (Mammuth Roma): << Bella partita, divertente per tutte e due le squadre e piena di sano agonismo. Il livello del Tergeste è più alto del nostro a partire dal pattinaggio, quindi sapevamo che sarebbe stato difficile, se non impossibile, portare a casa la partita ma a mio parere abbiamo dimostrato il nostro “essere squadra” mantenendo il morale alto e cercando fino alla fine di non mollare. Il risultato di 7 a 2 ci fa onore viste le premesse. È stato un peccato non poter condividere con loro anche il post partita con la stessa aria positiva che si respirava in campo >>.
Axel Cocozza (Edera Trieste): << Siamo partiti un po’ contratti e sottotono ma poi la loro rete ci ha svegliati e siamo andati a segno con continuità, soprattutto con la linea dei giovani, mettendo al sicuro il risultato già con l’8-1 di fine primo tempo. Nella ripresa la gara è stata abbastanza noiosa e abbiamo subito delle reti a dir poco evitabili. Su questo dobbiamo riflettere: dobbiamo imparare ad avere maggior continuità di rendimento ma l’importante era anche restare in vetta e lo abbiamo fatto>>.
Riccardo Valentini (CV Skating): << Siamo molto soddisfatti per due vittorie importanti ottenute contro squadre che non si sono certo risparmiate. Contro i Castelli Romani siamo stati bravi a non soffrire il fattore campo, visto che il Pala Ariccia limita le caratteristiche dei nostri elementi di spicco. Abbiamo ruotato tutta la rosa per arrivare pronti anche alla sfida di domenica. Contro Tergeste è stata una bellissima partita, molto dura ma sempre corretta e molto ben giocata da entrambe le formazioni. Per la terza volta vinciamo nei secondi finali, a dimostrazione che il carattere non ci manca e per questo non posso che fare i complimenti ai miei ragazzi! >>
Danilo D’Ambrosi (Tergeste Tigers):<< Giocare dopo 8 ore di viaggio non è mai semplice, sono contento per il risultato e per come abbiamo saputo tenere sempre le redini del gioco mettendo in pratica ciò che il coach sta cercando di farci assimilare durante le settimane di lavoro. Partita molto leale, nessuna polemica, eravamo i favoriti e lo abbiamo dimostrato. I miei più sentiti complimenti vanno ai miei compagni e anche ai Mammuth per la sportività e l’ospitalità dimostrata >>.

La Serie B non si ferma e scende in campo anche nel prossimo weekend con i Fox Legnaro impegnati nel “tour laziale” che dirà se la squadra di Cintori è da primi quattro posti o meno, mentre l’Edera Trieste riceve l’Invicta Modena.

Serie B – I risultati della 5a giornata (sabato 14 dicembre):
Castelli Romani – CV Skating: 2-4 (1-2)
Edera Trieste – Libertas Forlì: 10-6 (8-1)
Mammuth – Tergeste Tigers: 2-7 (1-5)
Torre Pellice – Invicta Modena: 6-1 (2-0)
Anticipo della 6° giornata (domenica 15 dicembre)
CV Skating – Tergeste: 5-4 o.t. (1-2; 4-4)

La classifica: Edera Trieste (5) punti 13; Civitavecchia (4) punti 10; Legnaro (3), Forlì (5) e Tergeste Tigers (5) punti 8; Torre Pellice (4) punti 6; Invicta Modena (4) punti 4; Castelli Romani (6) punti 3; Mammuth Roma (4) punti 0.
(gare giocate)

SEGUITECI:
Risultati live: https://bit.ly/31DBpEV
Web TV:  https://bit.ly/31EwLqs  o  Youtube
Su Fisr.it: https://bit.ly/2MG6oMw
Facebook: https://bit.ly/2ZnFCMX
Instagram: https://bit.ly/31JJXdo
Twitter: https://bit.ly/2Ph9bNF

Com. Stam.

foto Vanessa Zenobini – Rita Földi

5 recommended
comments icon 0 comments
0 notes
87 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *