2° Campionato del Mondo di Para-Trap Azzurri stellari, pieno di medaglie iridate a Sydney

 -  -  2


Sydney (AUS) – Solo Italia al secondo Mondiale di Para-Trap che si è appena concluso sulle pedane del Sydney International Shooting Centre.

Gli azzurri del Commissario Tecnico Benedetto Barberini si sono classificati tutti per le tre finali in programma e hanno conquistato tutti i titoli iridati in palio, portandosi a casa anche due argenti e due bronzi.

Partendo dalla classifica PT1, riservata ai tiratori in carrozzina, il più forte di tutti è stato il nostro Oreste Lai. Il portacolori delle Fiamme Oro di Sestu (CA) si è accreditato come finalista con il terzo miglior punteggio (105/125) e nella serie decisiva si è meritato la leadership della classifica sin dalla prima eliminatoria, quella per l’assegnazione del sesto posto, e non l’ha più abbandonata. L’unico a tenere il suo ritmo è stato il finlandese Juha Myllymaki che gli è rimasto incollato fino alla fine. Purtroppo Lai ha commesso tre errori nell’ultima rotazione mentre l’avversario non si è fatto sfuggire nessun piattello ed i due hanno chiuso i lanci regolamentari con un identico 34/50. Solo lo spareggio ha decretato la vittoria dell’azzurro con +1 a +0. Con loro sul podio il britannico Allan Rithcie, terzo con 23/40.

Quinto Davide Fedrighucci di Urbino, quarto migliore al termine della qualifiche con 104/125 e poi rimasto già dal podio con 14/30.

Passando al comparto dei PT2, quello in cui hanno gareggiato i tiratori con disabilità agli arti inferiori, gli azzurri si sono presi tutte le medaglie. Quella d’oro, unitamente al titolo di Campione del Mondo, è andata al collo di Alessandro Spagnoli di Carra (MS), quinto in qualificazione con 106/125 e poi primo con 40/50. Alle sue spalle i compagni di squadra Saverio Cuciti di Forte Dei Marmi (LI), medaglia d’argento con 37/50, e Raffaele Talamo di Roma, medaglia di bronzo con 26/40. In finale anche Antonino Ventre di Polistena (RC), migliore delle qualificazioni con 114/125 e poi quinto con 19/25.

Con un en-plein azzurro si è conclusa anche la gara dei PT3, i tiratori con disabilità agli arti superiori, dominata da Francesco Nespeca. Il marchigiano di Monteprandone (AP) è stato il migliore delle qualificazioni con 109/125 ed ha scalato il podio fino alla vetta con una strepitosa finale conclusa con il punteggio di 39/50, punteggio che gli ha permesso di eguagliare il record del mondo e conquistare il titolo di Campione del Mondo. Con lui sul podio anche Mirko Cafaggi di Faenza (RA), medaglia d’argento con 29/50, ed Emilio Poli di Gavardo (BS), medaglia di bronzo con 23/40.

“Felicità più totale – queste le prime parole del Direttore Tecnico Barberini – Il risultato più importante è stato quello di aver visto tutti i miei ragazzi in finale, dato che testimonia la qualità del lavoro fatto insieme. I tre ori, i due argenti ed i due bronzi si commentano da soli. Abbiamo dominato in tutte le classi e siamo particolarmente felici perché il prossimo anno difenderemo questi titoli nel bellissimo terzo Mondiale che organizzeremo al Trap Concaverde di Lonato del Garda, il tempio del Tiro a Volo Mondiale. Siamo una squadra molto unita ed in questa occasione abbiamo potuto contare anche sull’aiuto del Preparatore Atletico delle Squadre Azzurre Fitav Fabio Partigiani. Adesso pensiamo a festeggiare e dedichiamo queste medaglie alla Federazione Italiana Tiro a Volo ed al Presidente Luciano Rossi, grazie a cui il sogno del Para-Trap è diventato realtà, ed in maniera particolare ad Emanuela Bonomi Croce, Vice Presidente Federale e vera e propria madrina del Progetto Paralimpico Mondiale”

RISULTATI

PT1: 1° Oreste LAI (ITA) 105/125 – 34/50 (+1); 2° Juha MYLLYMAKI (FIN) 100/125 – 34/50 (+0); 3° Allan RITCHIE (GBR) 110/125 – 23/40; 4° Abdolreza TAVASOLIKHAH (IRI) 102/125 – 18/35; 5° Davide FEDRIGUCCI (ITA) 103/125 – 14/30; 6° Scottie BRYDON (AUS) 113/125 – 11/25.

PT2:  Alessandro SPAGNOLI (ITA) 106/125 – 40/50; 2° Saverio CUCITI (ITA) 108/125 – 37/50; 3° Raffaele TALAMO (ITA) 101/125 (+1) – 26/40; 4° Ignacio Javier OLORIZ SANS (ESP) 113/125 (+8) – 23/35; 5° Antonino VENTRE (ITA) 114/125 – 19/30; 6° Vesa JARVINEN (FIN) 113/125 (+7) – 14/25.

PT3: 1° Francesco NESPECA (ITA) 109/125 -. 39/50; 2° Mirko CAFAGGI (ITA) 97/125 – 29/50; 3° Emilio POLI (ITA) 98/125 – 23/40; 4° Meliton Antonio BRINAS MORA (ESP) 106/125 – 20/35; 5° Matthew TINGATE (AUS) 102/125 – 17/30; 6° Steve NOTHUM (LUX) 86/125 – 13/25.

LA SQUADRA AZZURRA DI PARA-TRAP

Categoria Sitting (PT1 riservata ai tiratori in carrozzina): Davide Fedrigucci; Oreste Lai

Categoria Standing (PT2 riservata ai tiratori con disabilità arti inferiori): Saverio Cuciti;

Alessandro Spagnoli; Raffaele Talamo; Antonino Ventre.

Categoria Standing (PT3 riservata ai tiratori con disabilità arti superiori): Mirko Carfaggi; Francesco Nespeca; Emilio Poli;

Com. Stam.

1 Mondiali Para-Trap – vincitori PT3

2 Mondiale Para-Trap – Podio PT1

3 Mondiale Para-Trap – Podio PT2

4 Mondiale Para-Trap – Podio PT3

5 Mondiale Para-Trap – vincitori PT2

6 Mondiale Para Trap – vincitori PT1

2 recommended
comments icon 0 comments
0 notes
118 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *