Eurotour: a Sergio Garcia il KLM Open, 21° E. Molinari Solheim Cup all’Europa dopo una spettacolare rimonta sul Team USA (14,5-13.5)

 -  -  9


Lo spagnolo Sergio Garcia è tornato al successo sull’European Tour imponendosi con 270 (68 67 66 69, -18) colpi nel KLM Open, evento tra i più longevi dell’European Tour che ha festeggiato nell’occasione il centenario sul percorso del The International (par 72) ad Amsterdam in Olanda.

E‘ terminato al 21° posto con 280 (70 71 69 70, -8), Edoardo Molinari, che ha risalito la graduatoria di nove gradini, e ha chiuso al 49° con 285 (71 68 77 69, -3) Nino Bertasio.

Sergio Garcia, 39enne di Castellon, un Masters nel 2017, ora con 15 titoli sull’European Tour e nove sul PGA Tour al netto del major, ha realizzato un parziale di 69 (-3, sette birdie, quattro bogey) e ha opposto classe ed esperienza contro la generosa prestazione del brillante diciottenne danese Nicolai Hojgaard, secondo ad appena un colpo (271, -17). Alle loro spalle nell’ordine gli inglesi Matt Wallace (273, -15), James Morrison (274, -14) e Callum Shinkwin (275, -13), quest’ultimo leader con Garcia dopo tre giri, e al sesto posto con 276 (-12) lo svedese Rikard Karlberg.

Ha fatto appello all’orgoglio lo statunitense Patrick Reed, che ha rimontato dalla 41ª al 15ª piazza con 279 (-9), ma ci si attendeva ben altro da lui, mentre è finita in bassa classifica la difesa del titolo del cinese Ashun Wu, 55° con 286 (-2)

Edoardo Molinari ha girato in 70 (-2) colpi con cinque birdie e tre bogey e Nino Bertasio ha segnato un parziale di 69 con sei birdie e tre bogey. Non hanno superato il taglio Lorenzo Gagli, 86° con 144 (71 73, par), e Matteo Manassero, 146° con 153 (78 75, +9), e si è ritirato nel primo giro Filippo Bergamaschi. Sergio Garcia ha percepito un assegno di 333.330 euro su un montepremi di due milioni di euro.

SOLHEIM CUP ALL’EUROPA DOPO UNA SPETTACOLARE RIMONTA SUL TEAM USA (14,5-13.5) – Con una straordinaria rimonta negli ultimi tre match singoli il Team Europe ha conquistato la 16ª edizione della Solheim Cup, la sfida al femminile della Ryder Cup, battendo per 14,5 a 13,5 la compagine degli Stati Uniti sul percorso del Centenary Course di Gleneagles, in Scozia. Dopo nove match singoli le americane erano in vantaggio per 13,5 a 11,5 a mezzo punto dal riportare il trofeo, poiché in caso di parità sarebbe rimasto a loro quali detentrici. Poi l’incredibile. La svedese Anna Nordqvist ha battuto seccamente Morgan Pressel (4/3) e il miracolo lo hanno completato l’inglese Bronte Law, una delle debuttanti continentali, trasformando il pareggio alla buca 15 in un 2/1 e il tocco finale lo ha dato la veterana norvegese Suzann Pettersen, alla nona presenza nel torneo e gratificata di una wild card, che sull’ultima buca ha piantato una palla a un metro dalla bandiera per il birdie che Marina Alex non ha saputo contrare. E con l’1 up la Pettersen rimarrà negli annali come la giocatrice ha dato il punto decisivo alla sua formazione.

E’ stato un incontro sempre in grande equilibrio a iniziare dalle due giornate di doppi (8-8) e il responso al fotofinish è stato perfettamente in linea. Da sottolineare tra le ragazze condotte dalla scozzese Catriona Matthew le ottime prove dell’inglese Georgia Hall, della francese Celine Boutier, quattro vittorie ciascuna su quattro match, e di Charley Hull, due successi e due pari. Bene anche la spagnola Carlota Ciganda e lode, anche se sono state discontinue, per il trio che ha dato il contributo fondamentale alla rimonta.

Tra le americane, dirette da Juli Inkster, prima proette alla guida per tre volte della formazione a stelle e strisce e reduce da due successi consecutivi, sono rimaste imbattute le due sorelle Jessica e Nelly Korda, con tre vttorie e un pareggio, e ha meritato anche Brittany Altomare (2,5 punti su 4 partite), mentre sono state piuttosto alterne tutte le altre e ha deluso Lexi Thompson, con soli due mezzi punti.

Il bilancio rimane favorevole alle statunitensi con 10 vittorie contro le sei delle continentali, che comunque si stanno avvicinando e che hanno prevalso in tre delle ultime cinque sfide.

CAMPIONATI ASSOLUTI A SQUADRE: VINCONO OLGIATA E TORINO –  Le formazioni dell’Olgiata e di Torino hanno vinto i campionati Nazionale Assoluti a Squadre maschili e femminili. Sul percorso del Golf Nazionale, a Sutri (VT), nella finale l’Olgiata ha sconfitto per 5-2 Monticello, mentre al Golf Club Varese nell’atto decisivo Torino ha superato per 3,5-1,5 Roma Acquasanta.

Com. Stam.

9 recommended
comments icon 0 comments
0 notes
105 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *