Nazionale A Media Day dell’Italbasket a Sky Petrucci: “Il mio augurio è che questo sia l’inizio di una nuova Era”

 -  -  5


Sacchetti: “Equilibrio, e faremo molto bene” Nel pomeriggio gli Azzurri cominciano il training camp a Pinzolo

Negli studi di Sky Sport a Milano il Media Day dell’Italbasket ha aperto l’estate Azzurra, che culminerà con la FIBA World Cup 2019 (31 agosto-15 settembre). A condurre la presentazione ufficiale della Nazionale del CT Meo Sacchetti è stato Alessandro Mamoli, che insieme a tutta la squadra basket di Sky Sport racconterà le gare dell’Italia, e non solo, al Mondiale cinese.

A fare gli onori di casa è stato Marzio Perrelli, Executive Vice President di Sky Sport: “Quando si mette insieme Sky, basket e Azzurro la chimica è eccezionale. Dal 31 agosto sarà una vera e propria full immersion di pallacanestro. Il nostro claim è: Uniti per una sola maglia. L’augurio che faccio a tutta la squadra è di onorarla, ognuno di noi vorrebbe essere al vostro posto”.

A nome della squadra ha parlato capitan Gigi Datome: “Doveroso dire grazie a tutti i ragazzi che hanno partecipato alla Qualificazione al Mondiale, e che ci permettono di andare in Cina. Più che promesse, parlerei di premesse. E cioè, di approcciare a questo raduno con serietà. Questa squadra ha una grande voglia. Non siamo riusciti finora a toglierci le soddisfazioni che volevamo, ma vogliamo trasmettere emozioni grandi. E dimostrare agli italiani che devono essere fieri di noi. Tokyo? Perché no!”.

Già, Tokyo. Il Mondiale dà accesso diretto, o attraverso la qualificazione al Pre Olimpico, all’Olimpiade del 2020. Nel suo intervento il CT Meo Sacchetti guarda sì al Mondiale, ma non solo: “Per ogni atleta il sogno è partecipare all’Olimpiade. Anche il Mondiale è un traguardo importante, ma i Giochi sono qualcosa di particolare. Ho avuto la fortuna di partecipare all’edizione di Mosca 1980 (Argento) e a quella di Los Angeles 1984 (Italia quinta classificata), e ancora mi commuovo quando ne parlo. Delle Qualificazioni al Mondiale mi ricordo due canestri: quello di Filloy contro l’Ungheria e quello di Brian contro la Lituania. Sono stati momenti cruciali, segnati da giocatori che stavano giocando poco. Ecco, per la Cina dovremo riuscire a trovare un equilibrio giusto tra tutti. Se lo troveremo, probabilmente faremo molto bene”.

Così il presidente FIP Giovanni Petrucci: “Grazie a Marzio Perrelli, al direttore di Sky Sport Federico Ferri, e a tutta questa squadra straordinaria che è Sky. Il sogno deve essere l’Olimpiade. Bisogna andare avanti nel Mondiale per arrivarci. Il calcio è capace di far innamorare. Noi, nel Pre Olimpico di Torino, abbiamo fatto innamorare gli italiani. Andare ai Giochi Olimpici cambia la vita, sportiva e personale. Mi auguro che questo sia l’inizio di una nuova Era”.

Dopo gli interventi di Flavio Tranquillo e Davide Pessina, il Media Day ha vissuto una parentesi d’Oro. Sono passati 20 anni dalla vittoria dell’Italbasket all’Europeo 1999. Per celebrare lo storico Oro, è stato proiettato un breve estratto di “Parigi 1999 Vent’anni dopo”, il documentario firmato da Alessandro Mamoli e Simone Raso e realizzato in collaborazione con la FIP e con Fuji per ripercorrere la trionfale avventura della squadra di coach Tanjevic. Il video integrale è già disponibile on demand e sarà in onda sui canali Sky a partire proprio da questa sera alle 21.00.

Non sono passati invece neanche 10 giorni dal trionfo della Nazionale Under 18 Femminile nell’Europeo di categoria giocato a Sarajevo. In rappresentanza delle 12 Campionesse d’Europa guidate da coach Roberto Riccardi sono salite sul palco del Media Day Alessandra Orsili e Ilaria Panzera. “Siamo un gruppo fortissimo, che ha costruito con la difesa un magnifico risultato – ha detto Orsili, miglior realizzatrice della Finale contro l’Ungheria -. Essere sul tetto d’Europa non è un modo di dire, ma un modo di essere”. Le fa eco Panzera, MVP dell’Europeo: “Non ho ancora realizzato la vittoria dello scorso anno nell’Europeo Under 16, figuriamoci l’Oro di quest’anno. Abbiamo centrato un back to back straordinario, non so in quanti siano riusciti in questa impresa”.

Nel pomeriggio gli Azzurri si trasferiranno a Pinzolo, per il secondo anno sede ufficiale del raduno dell’Italbasket. Gli allenamenti nell’Alta Val Rendena ci saranno fino al 29 luglio, quando l’Italia raggiungerà Trento per l’ottava edizione della Trentino Basket Cup. Il 30 luglio la gara con la Romania, il giorno seguente la sfida a una fra Svizzera e Costa d’Avorio. La preparazione proseguirà poi a Verona, che ospita dall’8 al 10 agosto la Verona Basketball Cup, quadrangolare con Senegal (8 agosto, ore 20.30), Russia (9 agosto, ore 20.30) e Venezuela (10 agosto, ore 20.30). L’ultimo torneo nel Vecchio Continente prima del viaggio in Cina sarà il Torneo dell’Acropolis. Ad Atene gli Azzurri sfideranno la Grecia (16 agosto, ore 19.30 in Italia), la Serbia (17 agosto, ore 17.00 in Italia) e la Turchia (18 agosto, ore 17.00 in Italia). Le gare dei tre tornei in Europa saranno trasmesse in diretta su Sky Sport HD e su www.skysport.it

In Cina l’Italia terminerà il suo cammino d’avvicinamento a FIBA World Cup con il Torneo AusTiger. Gli avversari sono la Serbia (23 agosto, ore 13.30 in Italia), la Francia (25 agosto, ore 9.30 in Italia) e la Nuova Zelanda (26 agosto, ore 13.30 in Italia). Il 31 agosto l’esordio nel Girone D del Mondiale con la sfida alle Filippine (ore 13.30 in Italia). Poi Angola (2 settembre, ore 9.30 in Italia) e Serbia (4 settembre, ore 13.30 in Italia).

I convocati

Awudu Abass (1993, 198, A)

Pietro Aradori (1988, 196, A)

Marco Belinelli (1986, 196, G)

Paul Biligha (1990, 200, C)

Jeff Brooks (1989, 203, A)

Andrea Cinciarini (1986, 190, P)

Luigi Datome (1987, 203, A)

Amedeo Della Valle (1993, 194, G)

Ariel Filloy (1987, 190, P)

Danilo Gallinari (1988, 208, A)

Alessandro Gentile (1992, 200, G/A)

Daniel Hackett (1987, 199, G) – dal 26 luglio

Riccardo Moraschini (1991, 194, G/A)

Giampaolo Ricci (1991, 201, A)

Brian Sacchetti (1986, 200, A)

Amedeo Tessitori (1994, 208, C)

Luca Vitali (1986, 201, P)

Michele Vitali (1991, 196, G)

Lo staff

Capo Delegazione: Giovanni Petrucci

Commissario Tecnico: Meo Sacchetti

Assistenti: Lele Molin, Massimo Maffezzoli, Paolo Conti

Preparatore Fisico: Matteo Panichi

Ortopedico: Raffaele Cortina

Medico: Sandro Senzameno

Fisioterapisti: Roberto Oggioni, Francesco Ciallella

Team Director: Roberto Brunamonti

Team Manager: Massimo Valle

Addetto Stampa: Francesco D’Aniello

Videomaker: Marco Cremonini

Addetto ai Materiali: Curzio Garofoli

Il programma del training camp e della Trentino Basket Cup

23/29 luglio – Training camp a Pinzolo

Martedì 23 luglio

Ore 18.00 Allenamento presso Palasport Carisolo

Mercoledì 24 luglio

Ore 10.00/12.00 Allenamento

Ore 17.30/20.00 Allenamento

Giovedì 25 luglio

Ore 10.00/12.00 Sessione di pesi e tiro

Ore 17.30/20.00 Allenamento

Venerdì 26 luglio

Ore 11.00/13.00 Allenamento (sessione non aperta al pubblico)

Sabato 27 luglio

Ore 10.00/12.00 Allenamento

Ore 17.30/20.00 Allenamento

Domenica 28 luglio

Ore 10.00/12.00 Sessione di pesi e tiro

Ore 17.30/20.00 Allenamento

Lunedì 29 luglio

Ore 11.00/13.00 Allenamento

A seguire trasferimento a Trento

30/31 luglio – Trentino Basket Cup 2019 (BLM Group Arena)

Martedì 30 luglio

Ore 18.00 Svizzera-Costa d’Avorio

Ore 20.30 Italia-Romania

Mercoledì 31 luglio

Ore 18.00 finale Romania-Svizzera/Costa d’Avorio

Ore 20.30 finale Italia-Svizzera/Costa d’Avorio

Com. Stam.

 

5 recommended
comments icon 0 comments
0 notes
93 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *