Rugby Italia – Francia Femminile: presentata oggi a Padova

 -  -  4


Padova –  Si è tenuta questa mattina presso la Sala Bresciani Alvarez del Comune di Padova la conferenza stampa di presentazione dell’ultima impegno per le Azzurre nell’edizione 2019 del Sei Nazioni Femminile, Italia – Francia, in calendario domenica 17 marzo (calcio d’inzio ore 14.30, diretta Eurosport Player, differita Eurosport 2 ore 23.00).

La delegazione Azzurra – composta da Maria Cristina Tonna, coordinatrice FIR dell’attività femminile, Riccardo Bonaccorsi, accompagnatore, Andrea Di Giandomenico, Head Coach, Manuela Furlan, capitano, e dalle atlete di casa Elisa Giordano e Sofia Stefan –  è stata accolta dall’Assessore allo Sport Diego Bonavina.

Sono particolarmente contento  – ha commentato l’Assessore Bonavina – “perchè le ragazze stanno facendo un percorso fantastico. L’anno scorso contro la Scozia si giocava per il prestigio, quest’anno si gioca per ben altro. C’è la possibilità di arrivare seconde Questo sicuramente grazie alla federazione che sta investendo molto nel settore femminile ma soprattutto alle ragazze che scendono in campo. Ringrazio Franco Beraldin che ha portato nuovamente a Padova un evento internazionale di assoluto livello. Ci auguriamo che sia una bella giornata di sport e per il pubblico anche un momento di festa

In vista della partita, Andrea Di GianDomenico, head coach delle azzurre, commenta: “È un piacere essere di nuovo qui, in una terra di rugby. Muoversi in un ambiente che vive il rugby come Padova, aggiungerà qualità a quella che sarà la prestazione della squadra. Ringrazio il comitato organizzatore, il Valsugana Rugby Padova, che tanto fa per la promozione del rugby in generale ed in modo particolare sull’attività femminile.  La partita sarà molto impegnativa. Il percorso di costruzione di questa squadra è soddisfacente, prestazione dopo prestazione si è costruita un’identità di squadra. Posso garantire che domenica in campo vedrete un Italia molto motivata”.

Ed è proprio sulle caratteristiche del gruppo che Riccardo Bonaccorsi, accompagnatore della nazionale femminile, pone l’attenzione: “Questo gruppo ha dimostrato il piacere di giocare, il senso di appartenenza, l’orgoglio e il sacrificio. L’orgoglio di rappresentare l’Italia: E anche a chi non è vicino a questo sport  rivolgo il mio invito a venire domenica a sostenere le nostre ragazze.

MariaCristina Tonna, coordinatrice FIR dell’attività femminile, ha illustrato il programma della mattinata che vedrà impegnate circa trecento atlete delle categorie U14, U16 e U18 provenienti dal Veneto, dal Friuli-Venezia-Giulia, dal Lazio, dalla Toscana e dall’Emilia Romagna. “Sarà una giornata all’insegna del movimento femminile: oltre alle delegazioni regionali che sfilerano in campo, avremo le bambine del minirugby impegnate attivamente sul terreno di gioco  con una dimostrazione nell’intervallo tra primo e secondo tempo.

E’ tanta, infatti,  l’attesa per questo evento, le aspettative sull’affluenza di pubblico sono maggiori rispetto agli scorsi anni, le prevendite vendute sono incrementatei e l’interesse è vivo e palpabile, segno della crescita del movimento.

Le atlete presenti infatti commentano: “Ormai è il terzo anno che giochiamo in questo stadio e cominciamo a sentirci tutte quante a casa.” Elisa Giordano aggiunge “Da giocatrice del Valsu, per noi sarà un doppio onore giocare in casa, io come tutte le mie compagne metteremo il doppio dell’impegno, giusto riconoscimento per il grande sforzo organzizatovco del club.”

Per Manuela Furlan, Capitano azzurro, sarà un impegno  “tosto in tutti i sensi. Veniamo da una buona scia di risultati e siamo riuscite a dimostrare il nostro valore credendoci e preparandcoi al massimo. La Francia ha qualità in tutti i reparti: qualità di penetrazione e gioco sullo spazio. Particolare attenzione al gioco al piede, in difesa mette molta pressione ma non ha quella qualità di placcaggio che abbiamo trovato contro Inghilterra.

Com. Stam.

4 recommended
comments icon 0 comments
0 notes
184 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *