Paris: “è un sogno vincere qui” Innerhofer: “gara grandissima”

 -  -  11


Bormio, 28 dicembre 2018

Ecco le dichiarazioni dei protagonisti.

DOMINIK PARIS (Ita)
“Vincere a Bormio per la terza volta? Era un sogno. Ma è stato difficilissimo. Prima di partire ho visto in televisione la discesa di Innerhofer, era stato grande davvero bravo, perfetto nella parte alta.

Per superarlo ho dovuto davvero dare tutto, forse qualcosa di più. D’altra parte chiedo sempre discese difficili, ma poi devo saper dimostrare di saperle domare. Oggi ce l’ho fatta. In prova avevo avuto buone sensazioni, ma lo ripeto, non era facile dopo questo Inner. Dove ho vinto? Penso nella parte finale. Nell’ultimo tratto puoi sciare solo con il cervello perché le gambe non le senti più. Se ci penso è incredibile: aver vinto tre volte su questa pista come il mito Walchhofer va oltre le mie speranze”.

CHRISTOF INNERHOFER (Ita)“Abbiamo davvero fatto del nostro meglio. Forse ho perso perché ho cercato di essere troppo perfetto: nella curva sotto la seggiovia prima della Carcentina ho cercato una linea incredibile, ma per farlo forse ho frenato troppo. Qui a Bormio ero riuscito a vincere nel 2008. Quelle sensazioni incredibili le ho ancora dentro e pensavo, vista la condizione di forma di questo momento, di potermi ripetere, ma Domme è stato davvero bravo, complimenti. Certo, vincere è un’altra cosa, ma sono comunque contento, ho disputato una grande gara. Quando ho passato il traguardo, senza guardare il tabellone elettronico ho alzato le braccia. Sapevo di essere andato forte. Paris dice che nel finale si vince con il cervello? Certo, ma lui ha anche 10 centimetri di circonferenza di cosce più di me. Questa pista per me è comunque speciale: qui ho fatto i primi punti in Coppa, qui la prima vittoria. Sto sciando davvero bene, forse il meglio di sempre, i risultati sono solo la conseguenza di come scio”.

BEAT FEUZ (SVI)“Sono contento, è stata una corsa durissima e faticosa. Oggi non era facile battere gli italiani. Il terzo posto mi va comunque bene, è il mio terzo podio in discesa in questa stagione. Per il superG non so, in questa specialità non ho lo stesso feeling della discesa, molto dipenderà dal numero di partenza”.

VINCENT KRIECHMAYR (Aut)“Sono deluso, avevo sciato molto meglio in prova, invece oggi ho commesso troppi errori”.

MATTHIAS MEYER (Aut)“Complimenti agli italiani. Adesso però questa pista la dovete ribattezzare, non più Stelvio ma pista Paris”:

HANNES REICHELT (Aut)“Ho sbagliato troppo, l’unica soddisfazione è essere arrivato sano al traguardo”.Domani è in programma il superG alle ore 11.45 (Raisport, canale 57) ed i protagonisti attesi sono gli stessi della discesa. Sarà ancora un grande spettacolo.

Com. Stam.

11 recommended
comments icon 0 comments
0 notes
183 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *