Palermo, nasce la squadra del futuro

 -  - 


Con l’obiettivo salvezza in pratica già raggiunto con ben nove giornate d’anticipo, la società di viale del Fante può dedicarsi tranquillamente a programmare le principali  linee guide del prossimo avvenire. Che vedrà tra i protagonisti, senza dubbio,  il giovane attaccante Accursio Bentivegna, per il quale mancherebbe soltanto l’ufficialità per quanto riguarda il rinnovo di contratto fino al 2019. Dimostrazione di quanto la dirigenza rosa voglia puntare su uno dei migliori prodotti mai venuti fuori dal proprio vivaio. Con la partenza ormai certa di alcuni importanti gioielli rosanero, bisogna quindi fin da subito pensare alla costruzione del Palermo del futuro. Il patron friulano ha infatti più volte dichiarato di avere in mente un progetto per fare grande il Palermo, progetto in cui mister Iachini avrebbe un ruolo da protagonista. Per questo motivo lo staff tecnico rosanero tiene d’occhio non soltanto la crescita di elementi interni alla rosa come Belotti, Quaison o lo stesso Bentivegna, ma anche il percorso di alcuni giovani attualmente in prestito altrove. Tra questi, osservato speciale è senz’altro Edoardo Goldaniga, difensore classe ’96 attualmente in forza al Perugia. Il giovane centrale milanese muove i suoi primi passi nel mondo del calcio professionistico tra le fila del Pizzighettone (in Serie D), dove arriva nel 2010 e si fa protagonista di due buone stagioni. Nel luglio del 2012 viene acquistato dal Palermo e diventa un perno fondamentale della retroguardia della Primavera rosanero. L’estate successiva, al fine di fargli maturare esperienza, viene ceduto in prestito al Pisa (in Lega Pro) divenendo anche qui un punto di riferimento per i compagni. Le sue buone prestazioni e la sua indole da leader non passano tuttavia inosservate: il centrale rosanero viene infatti notato dalla Juventus che, nel gennaio del 2014, acquista metà del suo cartellino per un milione e mezzo di euro. Il 24 aprile dello stesso anno, a coronamento di una stagione più che convincente, arriva per lui anche la convocazione nella nazionale Under 21 di Di Biagio, risultando così l’unico calciatore di Lega Pro a partecipare al raduno della nazionale minore. Al termine del campionato (conclusosi con la qualificazione del Pisa ai play-off) ottiene l’ennesimo riconoscimento: nonostante la mancata promozione del club nerazzurro in Serie B, Goldaniga conquista infatti la possibilità di giocare nella serie cadetta andando in prestito al neo-promosso Perugia. Oggi, malgrado la giovane età, costituisce una certezza nella difesa del tecnico Camplone (dove gioca da centrale e, all’occorrenza, da terzino sinistro), distinguendosi in particolare per il senso della posizione e l’abilità nel gioco aereo. Tutte caratteristiche che contribuiscono ad accrescere le probabilità che Zamparini decida di puntare su di lui per rafforzare la difesa del Palermo nella prossima stagione. Resta adesso soltanto da capire in che modo Palermo e Juventus decideranno di risolvere la comproprietà del giocatore: la pista attualmente più probabile è quella dell’acquisto a titolo definitivo da parte dei siciliani, con diritto di riacquisto a favore della Juve.

54 views
bookmark icon