Teatro Massimo: Nel fine settimana Bastiano e Bastiana e Il meraviglioso circo della luna

 -  -  7


L’operina giovanile di Mozart in Sala ONU diretta da Federico Amendola con la regia di Angelica Dettori e un cast di giovani cantanti In sala Grande lo spettacolo che coinvolge le scuole con la regia di Manu Lalli

Palermo. Nel fine settimana dell’11 e 12 maggio il Teatro Massimo di Palermo propone due spettacoli nati per le scuole ma che si rivolgono anche ad un pubblico di famiglie. In scena ci saranno infatti il poetico spettacolo Il meraviglioso circo della luna in Sala Grande e la divertente operina di Mozart Bastiano e Bastiana in Sala ONU.

Sabato 11 maggio alle ore 16.00 e domenica 12 maggio alle ore 11.00 va in scena nella Sala ONU del Teatro Massimo Bastiano e Bastiana di Wolfgang Amadeus Mozart, singspiel presentato in italiano nella versione diretta da Federico Amendola e con la regia di Angelica Dettori.

Federico Amendola sul podio dell’Orchestra del Teatro Massimo diventa anche protagonista del prologo, che introduce la musica di Mozart e la storia d’amore tra Bastiana, che si sente trascurata, e il fidanzato Bastiano: ad intervenire per riconciliare i due e dissipare le nubi e le gelosie che si stanno creando interviene il mago Colas. L’operina fu composta da Mozart a soli dodici anni e il libretto è derivato da Le devin du village di Jean-Jacques Rousseau; si dice che Mozart l’abbia messa in musica su richiesta dell’ipnotizzatore Mesmer. Nella versione di Bastiano e Bastiana in scena al Teatro Massimo, i due protagonisti non sono due pastorelli, ma due giovani innamorati del giorno d’oggi: la gelosia di Bastiana si scatena perché vede che Bastiano è online ma non le risponde… sullo sfondo, nelle scene di Andrea Fiduccia, si stende una Palermo vista dai tetti. In scena si alternano per il ruolo di Bastiana Federica Guida e Laura Macrì, per quello di Bastiano Andrea Schifaudo e Gianmarco Randazzo e per il mago Colas Tommaso Barea e Claudio Levantino.

Nuova produzione del Teatro Massimo.

Il meraviglioso circo della luna torna in scena sabato 11 maggio alle ore 11.00 nella Sala grande del Teatro Massimo di Palermo. Lo spettacolo di Venti Lucenti ha la regia e scrittura scenica di Manu Lalli con le scene di Daniele Leone e si svolge sulle musiche di Mozart, Fucik, Offenbach, Debussy, Bach, Leoncavallo, Ravel, Čajkovskij, Purcell, Rossini, Händel, Brahms, Beethoven, negli arrangiamenti, trascrizioni e orchestrazioni curati da Simone Piraino.

Un omino buffo scende una sera da un raggio di luna e si ritrova nell’affascinante vita del circo, popolata da acrobati, pagliacci, lanciatori di coltelli, animali feroci, domatori, musica. Un mondo in miniatura, in cui il protagonista, (che ricorda altri personaggi della letteratura e del cinema, da Pinocchio ad Alice, da Dorothy a Pollicino) intraprende un cammino di crescita scandito dalle musiche dei grandi autori della musica classica.

Il nuovo spettacolo di Manu Lalli scritto per il Teatro Massimo coinvolge le scuole primarie e secondarie di Palermo sul palco, accanto a cantanti e attori professionisti. Un percorso di formazione musicale e teatrale, iniziato qualche mese fa tra le mura delle scuole,  che si conclude sul palcoscenico del Teatro Massimo insieme all’Orchestra e al Coro della Fondazione con la direzione di Daniele Malinverno. Sul palco gli attori della Compagnia Venti Lucenti Nunzia Lo Presti (Colombina), Oriana Martucci (La fata) e Pietro Massaro (il direttore del Circo) e due cantanti, il soprano Azusa Kinashi e il mezzosoprano Lorena Scarlata Rizzo. In scena anche i giovani allievi delle scuole Ettore Arculeo di Palermo e Karol Wojtyla di Belmonte Mezzagno che vivranno la magia del teatro dal suo interno eseguendo alcuni brani musicali, preventivamente studiati in classe grazie a Manlio Messina, maestro del piccolo coro delle scuole e animatore insieme a Carla Barbato.

Per Bastiano e Bastiana biglietto intero 10 euro, ridotto 4 euro

Per Il meraviglioso circo della luna biglietti da 15 a 5 euro.

La biglietteria è aperta dal martedì alla domenica dalle ore 9.30 alle ore 18.00 e nei giorni di spettacolo a partire da un’ora prima e fino a mezz’ora dopo l’inizio.

Com. Stam.

7 recommended
comments icon 0 comments
0 notes
153 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *