Palermo: mostra fotografica sull’episcopato del Cardinale Pappalardo

 -  -  8


È in corso in questi giorni, e fino al 9 di gennaio, una mostra fotografica allestita per i ventisei anni di ministero episcopale del Cardinale Salvatore Pappalardo, che si intreccia con gli accadimenti più importanti della Palermo di quegli anni.

Per ricordare questo lungo camino pastorale è stata allestita la mostra dal titolo “Palermo 1970/1996”, nella biblioteca centrale della Regione Siciliana “Alberto Bombace” di corso Vittorio Emanuele, con il patrocinio della Città di Palermo, di Palermo Capitale Italiana della Cultura e dell’anno europeo del patrimonio culturale.

Tra i primi visitatori della mostra l’Arcivescovo di Palermo, mons. Corrado Lorefice, che ha avuto modo negli anni precedenti di conoscere lo stesso Pappalardo.

Per l’attuale Arcivescovo Metropolita di Palermo, che proviene da una realtà lontana e diversa da quella cittadina, il cardinale Pappalardo, come egli stesso racconta, sembrava inizialmente una figura irraggiungibile, anche se in seguito si incontrarono quando Lorefice era ancora seminarista, durante l’ordinazione del suo arcivescovo del tempo, Mons. Malandrino.

“Per me il cardinale Pappalardo è stato una pietra angolare – continua Lorefice – e penso che questa immagine possa essere altamente descrittiva, lui fu un punto di riferimento per i cristiani e per la città, riusciva a abbracciare davvero tutti. “Furono anni difficili”, ricorda ancora l’arcivescovo e si chiede, facendo memoria, come Pappalardo facesse a sostenere una situazione così critica, da guida spirituale dei palermitani, negli anni in cui nelle strade della città scorreva sangue di vittime innocenti. “Il cardinale Pappalardo fu progressivamente una voce chiara, critica e precisa che ha preparato – aggiunge Lorefice – a quell’impatto potente sulla popolazione che ha avuto successivamente Papa Giovanni Paolo II ad Agrigento fino ad arrivare ai nostri tempi, e poi al messaggio di Papa Francesco, per il 25esimo anniversario della morte del Beato Puglisi”.

La mostra, raccoglie diverse fotografie, documenti e ricordi del cardinale Pappalardo che lo ritraggono nelle numerose iniziative pastorali, tra il 1970 ed il 1996, come Arcivescovo di Palermo. “Oltre agli incarichi prestigiosi che lo videro a servizio nel corpo diplomatico della Santa Sede, in ciascuno degli scatti fotografici – alcuni dei quali inediti – c’è un pezzetto di storia della chiesa palermitana e del suo arcivescovo”, si legge in una nota.

Negli scatti ci sono diversi momenti che raccontano gli anni particolarmente travagliati della città tra cui i funerali del generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, il 4 settembre 1982. Famosa l’omelia con il riferimento di “Palermo come Sagunto”, e poi la lettera del Presidente della Repubblica Sandro Pertini.

Un ricordo, sulla figura del cardinale, è stato espresso anche dal sindaco di Palermo Leoluca Orlando che ha iniziato il suo primo percorso politico proprio negli anni in cui l’alto prelato esplicava il suo magistero nel capoluogo. “Se oggi Palermo è cambiata lo si deve anche a lui, che ha saputo da un lato esplicare l’incompatibilità tra un cammino di fede e la complicità mafiosa, e dall’altro la bellezza della città libera dalla mafia. Pappalardo ha fatto sentire tanti di noi non eretici o eversivi e ci ha consentito di considerare la Chiesa la nostra casa”.

L’ingresso alla mostra è gratuito e seguirà gli orari di apertura della Biblioteca, da lunedì a venerdì, dalle 9 alle 18.30.

Di Mauro Faso

 

8 recommended
comments icon 0 comments
0 notes
276 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *