Real Teatro Santa Cecilia “Racconti a Natale” con la proiezione del film “Le confessioni di una donna”

 -  -  6


Firmata collaborazione tra la Fondazione Taormina Arte e la Fondazione the Brass Group Inaugurazione dell’iniziativa “Racconti  a Natale” con la proiezione del film “Le confessioni di una donna” sonorizzata dai Maestri del Brass e dell’OJS con la consulenza del Direttore Domenico Riina 28  dicembre ore 18.30 – Real Teatro Santa Cecilia – ingresso gratuito

Grazie ad una collaborazione tra la Fondazione Taormina Arte Scilia e la Fondazione the Brass Group, già iniziata la scorso anno con ottimi risultati di presenza di pubblico durante gli eventi, anche quest’anno verranno realizzati diverse esibizioni nell’ambito della iniziativa “Racconti a Natale” tra Palermo e Taormina aprendo al pubblico, ad ingresso gratuito, luoghi di grande interesse storico-culturale.

Racconti a Natale è un progetto che rientra tra le iniziative promosse e sostenute dall’assessorato regionale turismo, sport e spettacolo volte alla destagionalizzazione e alla valorizzazione delle eccellenze artistiche. L’inaugurazione della iniziativa si terrà il 28 dicembre alle ore 18.30 con la proiezione della pellicola cinematografica Le confessioni di una donna, un film muto del 1920 ambientato in alcuni suggestivi luoghi della Sicilia, tra Taormina, Palermo, Mondello e Siracusa. La sonorizzazione è affidata ad alcuni Maestri della Scuola Popolare di Musica del Brass, e ai solisti dellOrchestra Jazz Siciliana. Diversi i Maestri del Brass che eseguiranno le musiche dal vivo tra cui  Vito Giordano, Umberto Porcaro, Diego Spitaleri, Fabio Lannino ed il giovane allievo Ciccio Drummer Foresta. Presenti durante l’esecuzione live anche i solisti dell’Orchestra Jazz Siciliana, fiore all’occhiello del Brass che di recente ha accompagnato artisti come Billy Cobham e Christian Tumalan, big del panorama musicale internazionale.  Tra i Maestri dell’OJS presenti nello storico teatro che accompagneranno con improvvisazioni la pellicola cinematografica ci saranno Ninni Pedone, Francesco Marchese, Salvatore Pizzurro, Faro Riina, con la consulenza del Direttore OJS Domenico Riina. Saranno eseguite delle musiche secondo la tradizione jazzistica, alternando composizioni originali a sessioni di improvvisazione, per l’intera durata della proiezione. Un regalo in musica che le due Fondazioni intendono fare all’insegna della cultura e della promozione della musica jazz a tutta la cittadinanza. Gli eventi continueranno con la proiezione dello stesso film a Taormina il 30 dicembre alla Casa del Cinema, sempre ad ingresso gratuito e con la stessa formazione musicale. Racconti a Natale proseguirà il 29 dicembre alle 18.30 al Blue Brass allo Spasimo con l’esibizione  “Fantasia di Natale” con Giovanni Renzo al pianoforte e con il concerto delle Ladies il 31 dicembre alle ore 11.30 al Teatro Antico di Taormina.

L’Ufficio Stampa Fondazione The Brass Group Rosanna Minafò mob. 3484009298

Sinossi del Film “Le confessioni di una donna” (1925) regia di Amleto Palermi, con Augusto Bandini, Maria Catalano, Gemma De Ferrari, Americo De Giorgio.

In un ospedale viene accompagnata una giovane donna ferita da un’arma da fuoco. La ferita è profonda e la donna è in fin di vita. Al suo capezzale per assisterla il primario lascia un infermiere che casualmente trova un diario. È il diario della donna ferita che racconta la sua vita senza mai rivelare il suo nome. Lei racconta di essere vissuta per un lungo periodo con il padre, proprietario di una miniera, in un piccolo centro siciliano. La madre l’aveva abbandonata da piccola. Un giorno la miniera prende fuoco e tra i morti c’è anche il padre. La giovane donna va allora in cerca della madre ma non la trova. Disperata. riesce ad ottenere un lavoro come dama di compagnia di una ricca baronessa siciliana, della nobile famiglia Torrisi Tripiano. La baronessa ha un figlio, Paolo. Durante un viaggio in treno attraverso la Sicilia (Agrigento, Siracusa e Taormina) i due si innamorano. Paolo però è promesso alla baronessina Villarosa. A Taormina la giovane donna incontra due stranieri che la prendono a ben volere, il signor Jackson e la Principessa. Quando la baronessa Tripiano scopre la giovane dama di compagnia nella stanza da letto del figlio la licenzia. La giovane donna trova rifugio a casa dei due amici stranieri che presto si rivelano dei truffatori. La giovane aspetta una figlia che è costretta ad abbandonare e ad affidare a una famiglia di pescatori che vivono sull’Isola Bella a Taormina. I due stranieri nel frattempo ricattano Paolo chiedendogli soldi per la bambina, soldi che di fatto incassano loro e mentono con la giovane donna, raccontandole che Paolo non vuole più saperne di lei. La giovane donna è soggiogata dai due stranieri e conduce una vita triste e disperata. Un giorno torna in Sicilia per rivedere la figlia e decide a tutti i costi di ritrovare Paolo e vendicarsi della sua indifferenza. Durante la gara automobilistica della Targa Florio lo rivede. Lui è sempre innamorato di lei e pur di riconquistarla, inizia a frequentare i due loschi stranieri. Questi leggono in un giornale che Paolo ha ideato un triplano che vale una fortuna e complottano di rubargli tutti i documenti e il progetto. Obbligano la giovane donna ad aiutarli. Paolo e la giovane donna s’incontrano a Mondello e scoprono di essere stati entrambi ingannati dalla coppia Jackson-Principessa. La giovane donna rivela a Paolo che l’intento dei due è rubargli il progetto e i documenti per poi ricattarlo. Paolo cerca di fermarli ma è troppo tardi, i due sono già scappati con il malloppo. La donna sa però dove scovarli. Si reca sola nella bettola dove loro si nascondono e li affronta con grande coraggio. Riesce a farsi rivelare dove hanno nascosto la figlia, a riprendere i documenti e il progetto del triplano e a scoprire che la principessa non è altro che sua madre. Riesce anche a riconsegnare tutto a Paolo e a dirgli di andare a salvare la figlia ma viene ferita gravemente da Jackson che le spara. Il film si conclude nella stanza di ospedale: la giovane donna si risveglia, è salva, e ad accoglierla e ad abbracciarla c’è Paolo e la figlia.

Com. Stam.

6 recommended
comments icon 0 comments
0 notes
194 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *