Taglio dei vitalizi in Sicilia. Roma impugna la norma. Figuccia: “Insieme ai siciliani onesti abbiamo dimostrato di avere ragione”

 -  -  6


“La questione sul taglio dei Vitalizi in Sicilia rimane tutt’altro che chiusa. Nella seduta di Ieri, infatti, il Governo del premier Conte ha sostanzialmente deliberato che la normativa approvata dal Parlamento siciliano è sostanzialmente inadeguata, poiché si limita ad una riduzione degli assegni vitalizi diretti e di reversibilità limitatamente a un periodo di cinque anni dalla data di entrata in vigore, eludendo l’intesa fra Stato e Regione”. –

A dichiararlo è l’on. Vincenzo Figuccia deputato Udc all’Ars e leader del Movimento CambiAmo La Sicilia” -.”Nei mesi scorsi dopo avere organizzato manifestazioni di protesta, sfociate in una fiaccolata per “gridare” insieme ai cittadini all’Ars di tagliare i vitalizi, – Prosegue Figuccia – mi sono scagliato contro Il taglietto “soft” del 9%, prevedendo che sarebbe stata una condanna per La Sicilia”.”Oggi il Consiglio dei Ministri mi ha dato ragione, impugnando il ridicolo taglio soft dei vitalizi. Ringrazio tutti i Siciliani onesti che mi hanno sostenuto in questa battaglia di giustizia sociale, condotta in solitudine ma con grande convinzione. Certi personaggi della politica – Continua Figuccia – hanno provato ad isolarmi, ma il popolo continua a darmi ragione ed oggi abbiamo dimostrato di avere pienamente ragione”.”Raddoppierò le mie forze e il mio impegno affinché vengano riaffermati i principi di eguaglianza e ragionevolezza – conclude Figuccia – calpestati da alcuni personaggi seduti in Parlamento che si oppongono strenuamente al cambiamento”

Com. Stam.

6 recommended
comments icon 0 comments
0 notes
173 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *