Movimento Cinque Stelle: “Approvato l’emendamento Salva Catania, mentre qualcuno chiacchiera facciamo i fatti”

 -  -  5


Catania – I parlamentari etnei del Movimento Cinque Stelle hanno annunciato l’approvazione, nella commissione Finanza e Bilancio, dell’emendamento per aiutare i comuni metropolitani in dissesto. Catania potrà dunque beneficiare del fondo per il concorso al pagamento del debito.

“Oggi possiamo dire che può iniziare – dicono i parlamentari pentastellati – la rinascita di Catania. Una città umiliata dalla cattiva politica, dalla mala gestione e da una classe dirigente inadeguata negli ultimi 20 anni”.

 

“Oltre un miliardo e mezzo di debiti hanno messo a serio rischio anche i servizi più elementari per i cittadini e questo non potevamo tollerarlo. Così in commissione è stato approvato un fondo per aiutare i Comuni metropolitani in dissesto. Fondo che consiste in 20 milioni di euro per l’anno 2019 e di 35 milioni di euro annui per ciascuno degli anni dal 2020 al 2033”.

“Il fondo è ripartito con decreto del Ministero dell’interno, di concerto con il Ministero dell’economia e delle finanze, sentita la Conferenza-Stato città ed autonomie locali, entro il 30 novembre 2019, in proporzione all’entità delle rate annuali di rimborso del debito”, specificano i parlamentari del Movimento Cinque Stelle.

“Mentre gli altri hanno chiaccherato per Catania noi abbiamo portato fatti e risultati. Con responsabilità e serietà da circa un anno abbiamo iniziato un dialogo con il primo cittadino per salvare la città e ringraziamo il vice ministro all’Economia Laura Castelli che è riuscita, con un grande sforzo, a giungere a un risultato straordinario”.

“Adesso Catania potrà respirare: ci aspettiamo, però, responsabilità nell’uso dei fondi e vigileremo su eventuali sprechi e disfunzioni. L’indagine della Guardia di Finanza di questi giorni sui conti del Comune testimonia che le nostre denunce sono state fondate”.

Com. Stam.

 

5 recommended
comments icon 0 comments
0 notes
146 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *