Antonio Ferrante (PD): “Basta con ipocrisia delle quote rosa occorre una legge per le pari opportunità in politica”

 -  -  16


«Se fossi stato all’Ars avrei espresso parere contrario all’emendamento sulle quote femminili nell’indicazione delle giunte comunali senza nascondermi dietro il voto segreto.

A dirlo è Antonio Ferrante, candidato alla segreteria regionale del Partito Democratico in Sicilia, riferendosi a quanto avvenuto ieri in Assemblea regionale siciliana, dove sono state bocciate le quote rosa nelle giunte comunali.

«In un momento in cui la dignità e addirittura l’integrità delle donne viene quotidianamente messa in pericolo – continua Ferrante – è necessario, soprattutto in Sicilia, superare le ipocrisie e tutelare il sacrosanto diritto delle donne di essere protagoniste anche in politica. In questi anni abbiamo assistito a pluricandidature di donne già elette altrove, utili quindi a eludere l’obbligo e garantire ulteriori posti agli uomini, oppure, là dove è stata inserita la doppia preferenza di genere, più donne abbinate a singoli uomini come portatrici d’acqua senza la minima speranza di elezione, un atteggiamento ipocrita proprio anche di quel Pd che ha governato fino allo scorso anno. Lo stesso che ha negato un congresso vero ai nostri iscritti in Sicilia e vorrebbe continuare sulla stessa linea. Il Pd che vogliamo ricostruire in Sicilia deve porsi l’obiettivo di garantire pari opportunità e soprattutto totale autonomia alle donne che scelgono di impegnarsi in politica e nelle istituzioni».

«Il Pd che vogliamo rappresentare – conclude Ferrante –  dovrà quindi lavorare, in sinergia con le tante associazioni presenti ed impegnante sui territori, ad una legge che garantisca il diritto delle donne, siano esse lavoratrici, studentesse o mamme, di dedicarsi all’attività politica e così colmare una lacuna che in un momento così difficile deve essere risolta in modo totale e definitivo».

Com. Stam.

16 recommended
comments icon 0 comments
0 notes
311 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *