Sanità siciliana. In arrivo tagli per cinque ospedali

 -  -  4


I costi di gestione sono troppo elevati e così il governo regionale siciliano ha in programma tagli per cinque ospedali dell’isola. A farne le spese saranno gli ospedali Civico, Villa Sofia-Cervello e Policlinico (a Palermo), il Policlinico di  Catania ed il Papardo di Messina. In questo modo si punta a coprire il buco di 153 milioni di euro registrato nei loro bilanci.

Costi per il personale troppo alti, sprechi e gestione ritenuta dall’assessore alla sanità, Razza, “allegra”, avrebbero aperto la voragine nei conti in tali ospedali, che adesso dovranno attivare un piano di rientro entro tre mesi per fare tornare i conti a posto. Ma i sindacati non ci stanno e puntano il dito contro le passate gestioni, che hanno contribuito a creare la voragine contabile, con il paradosso che “sono stati perfino pagati i premi di produttività a direttori generali, sanitari e amministrativi per il raggiungimento degli obiettivi”, ha detto Angelo Collodoro, vicesegretario regionale della Cimo, il sindacato dei medici ospedalieri.

Ciro Cardinale

CS

4 recommended
comments icon 0 comments
0 notes
102 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *