In Sicilia le nuove imprese durano poco

 -  -  55


In Sicilia le imprese hanno vita breve. E’ quanto emerge da uno studio condotto da Unioncamere sulla base del registro imprese, che fissa a 11,6 anni la vita media delle Nimprese siciliane.

Se la cosa può consolare, in questa speciale classifica la regione siciliana non si posiziona all’ultimo posto. C’è chi sta peggio: la Calabria, con una vita media di 11,4 anni e appaiate all’ultimo posto la Campania e addirittura il Lazio, con 11,1 anni. Sta decisamente meglio chi decide di fare impresa nella Marche, che guida la graduatoria nazionale, dove le neoimprese vivono mediamente 15 anni. I motivi di questa scarsa longevità delle imprese neonate in Italia, prova spiegarli il presidente di Unioncamere Carlo Sangalli: “Il lavoro lo crea l’impresa, per questo va supportata. Vanno sostenuti gli investimenti, vanno rimossi i tanti ostacoli che frenano lo sviluppo e a volte impediscono persino la sopravvivenza di una impresa. Penso, ad esempio, all’eccesso di burocrazia e a un sistema di regole spesso inadeguato, alla farraginosità del mercato del lavoro, alla carenza di infrastrutture, materiali e immateriali. Su tutti questi temi”, conclude Sangalli, “le Camere di commercio possono fare molto”. Ciò che emerge da rapporto, è anche che non sono le nuove imprese a garantire il maggior tasso di occupazione. Oltre il 70,2 degli addetti del settore privato, infatti, è concentrato nelle aziende con più di 10 anni di vita, il 14,3% in quelle nate tra il 2009 e il 2013 e il 15,4% in quelle nate negli ultimi 5 anni. Dal lato dei settori produttivi, quanto a longevità l’agricoltura batte tutti: 16 anni tondi la durata delle imprese che operano in questo comparto, qualcosa in più della pur longeva industria in senso stretto (15,7 anni). Più breve l’aspettativa di vita delle aziende di costruzioni (12,5 anni) e, soprattutto, di quelle dei servizi (11,8), al cui interno “pesa” la minor durata media delle attività turistiche (9,2 anni). Se ci si sofferma sulle forme giuridiche, dallo studio emerge che un’impresa individuale ha una vita media più bassa delle altre (11,4 anni). Nella media i valori delle società di capitali (12,4%), mentre cresce la durata per le altre forme (13,9 anni) e soprattutto per le società di persone (17,0 anni). Insomma, anche in questo caso l’unione fa la forza.

M.Z.

55 recommended
comments icon 0 comments
0 notes
873 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *