Camorra e Racket nel napoletano 20 arresti

 -  -  1


Il 10 maggio 2016, in Somma Vesuviana, Sant’Anastasia e Casalnuovo di Napoli (Na), militari della Compagnia Castello di Cisterna hanno dato esecuzione al1’ordinanza di custodia cautelare emessa dal G.I.P. del Tribunale di Napoli, su richiesta della DDA, nei confronti di 21 indagati [di cui 20 destinatari della misura della custodia cautelare in carcere e uno della misura degli arresti domiciliari), ritenuti responsabili, a vario titolo, dei reati di associazione a delinquere di tipo mafioso, tentato omicidio, spaccio di stupefacenti ed estorsione, reati questi ultimi aggravati dal cd “metodo mafioso” e dalla volontà di agevolare i sodalizi camorristici.
La complessa indagine ( delegata al Nucleo Operativo della Compagnia di Castello di
Cisterna ed alla Stazione di Somma Vesuviana) si è sviluppata nel corso degli ultimi anni ed ha permesso di individuare due distinti sodalizi criminali dediti alla commissione di estorsioni (aggravate dal ricorso al cosiddetto metodo mafioso) e alla gestione del traffico di sostanze stupefacenti nell‘ambito del territorio dei comuni di Somma Vesuviana, Sant’Anastasia ed aree limitrofe.
In particolare si tratta dei gruppi criminali D’AVINO (capeggiato da D’AVINO Giovanni, detto o’ bersagliere, già riconosciuto come appartenente alla Nuova Famiglia) e ANASTASIO ( clan già dominante sul territorio di Sant’Anastasia).
Entrambi i clan avevano ripreso il controllo dei rispettivi territori a seguito del disfacimento – a seguito delle indagini di questa D.D.A. e della collaborazione dei vertici del clan – del controllo da parte del clan metropolitano dei Sarno, anche instaurando alleanze con clan confinanti come avvenuto fra il gruppo D’AVINO ed il clan FABBROCINO.
Nell’ambito della indagine, svoltasi a mezzo di intercettazioni telefoniche ed ambientali, assunzione di persone informate sui fatti e dichiarazioni di collaboratori di giustizia è stato possibile;
Accertare alcuni episodi estorsivi avvenuti a mezzo di cambio assegni ed inoltre atti intimidatori consistenti nella esplosione colpi d’arma da fuoco contro abitazioni ed esercizi commerciali di proprietà di alcuni imprenditori, per costringerli ad aderire alle loro richieste estorsive;
disvelare i responsabili e il contesto criminale in cui ò maturato il tentato omicidio ai danni di Schetter Mario nel marzo del 2013, ed il pestaggio ai danni di un altro esponente del clan D’Avino, inquadrando gli eventi nell’ambito dei contrasti tra i clan antagonisti “D’AVINO” ed “ANASTASIO” per il controllo degli affari illeciti e delle estorsioni nell’area vesuviana; trarre in arresto in flagranza di reato alcuni tra i soggetti indagati per reati in materia di stupefacenti, accertando che la attività di spaccio sul territorio di Somma Vesuviana, oggetto di una significativa espansione nel corso degli ultimi anni, avveniva sotto il controllo diretto degli esponenti del clan D’Avino; – accertare il possesso di armi da fuoco da parte di esponenti di entrambe le fazioni criminali: – accertare l’interessamento da parte degli esponenti del clan D’Avino per lo svolgimento delle elezioni comunali di Somma Vesuviana dell’arco 2013.

ELENCO  SOGGETTI  DESTINATARI  DELLA MISURA  CAUTELARE

  1. D’Avino Giovanni, nato a Somma Vesuviano, il 29.10.1958,
  2. D’Avino Ferdinando, nato a Pollena Trocchia il 06.02.1983;
  3. D°AVINO Stefano, nato a Pollena Trocchia (NA) il 26.12.1984;
  4. D’AVINO Francesco, nato a Somma Vesuviana il  23.04.1960;

5. GIULIANO Anna, nata a San Giuseppe Vesuviano;

  1. GIULIANO Camillo, nato a San Giuseppe Vesuviano il 03.10.1979;
  2. Schetter Mario, nato Napoli il 20.11.1983;
  3. Iossa Michele, nato a San Giuseppe Vesuviano il 02.1973;

9.  Peppe Alessandro, nato a Napoli il  29/05/1978;

  1. Bova Nadia, nata a Pollena Trocchia (NA) il 14.06.1980
  2. Terracciano Domenico, nato a Pomigliano d’Arco (NA) i1 25.10. 1980;
  3. Iola Francesco, nato a Napoli il 29.08.1973;
  4. Civitta Fabio, nato a Giuseppe Vesuviano (NA) il 26.06.1980;
  5. MOSCA Giovanni, nato a Nspoli il 19.03.1972;
  6. ANASTASIO Raffaele, nato a Sant’Anastasia il 27.2.1982;
  7. Di Cicco Clemente, nato ad Acerra il 10.02.1983
  8. Esposito Salvatore,nato a Somma Vesuviana il 04.09.1976
  9. D’Ambrosio Giuseppe, nato a Pollina Trocchia il 13.12.1983;
  10. Aprile Ferdinando, nato a Cercola il 13.03.1964;
  11. Giordano Domenico , nato a Napoli il 17.06.1979;

 

Arresti domiciliari

21 Auriemma Claudio, nato a Pollena Trocchia il 02.12.1983

106 views
bookmark icon