Coronavirus, la Lega Sicilia plaude all’iniziativa del presidente Musumeci di avere acquistato e fatto arrivare nell’Isola 40 tonnellate di dispositivi di protezione

 -  -  6


Candiani e Catalfamo: “avevamo chiesto al governatore di provvedere autonomamente senza attendere le lungaggini della Protezione civile nazionale e ci ha ascoltato”
“Ci rassicurano gli arrivi di questa mattina all’alba del materiale acquistato della Regione Siciliana.

È quello che abbiamo chiesto e il presidente Musumeci ci ha ascoltato. La decisione della Regione Siciliana, come la Lega aveva invitato a fare senza esitazione, di provvedere autonomamente ad approvvigionarsi dei dispositivi di protezione (mascherine camici e quant’altro), è importantissima per fronteggiare l’emergenza sanitaria dovuta al Coronavirus”.

Questo, il commento del segretario regionale della Lega Salvini Premier, senatore Stefano Candiani, e del capogruppo leghista all’Ars Antonio Catalfamo, alla notizia dell’arrivo, questa mattina, di un volo con 40 tonnellate di dispositivi di protezione anti covid-19.

“Il dovere di tutelare la salute dei cittadini e del personale sanitario – sottolineano Candiani e Catalfamo – è oggettivamente inconciliabile con i tempi lunghi, troppo lunghi e inaccettabili, della Protezione civile nazionale, che a tutt’oggi sta ancora lasciando sprovvisti dei dispositivi di protezione interi territori del nostro Paese e in particolare, i medici, gli infermieri e il personale in prima linea nel combattere l’infezione”.

“Avevamo chiesto una risposta concreta – aggiungono i due esponenti leghisti – che si sta materializzando. Su questa strada diciamo al presidente Musumeci di proseguire senza esitazione. Ora occorre velocemente passare alla distribuzione del materiale arrivato, vigilando che non sia lasciato scoperto anche un solo angolo del territorio regionale”.

“Questo dimostra – conclude la Lega Sicilia – che nelle regioni, quando vi è l’impegno e la determinazione degli amministratori, c’è una reale capacità organizzativa rispetto al livello centrale, che ormai da troppo tempo è colpevolmente in ritardo nei soccorsi”.

Com. Stam.

Stefano Candiani, Antonio Catalfamo

6 recommended
comments icon 0 comments
0 notes
82 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: