A Palermo ImpresSe denuncia gravi tensioni sociali, attenzione alle fake news

 -  -  3


Situazione delicatissima per l’ordine pubblico gli uffici del ministero degli Interni avrebbero avvisato il premier di reali e possibili rappresaglie in tutto il Mezzogiorno.

La motivazione che sta alimentando possibili reazioni è la mancanza di liquidità economica dovuta al lock down imposto da Conte per cercare di frenare la pandemia covid-19.

“Siamo stati testimoni di scene di intolleranza e di pura aggressività in particolare nei  supermercati e temiamo pure per gli  uffici dei servizi pubblici essenziali, ci riteniamo estremamente preoccupati per la troppa  esasperazione della gente, la mancanza di liquidità necessaria per il sostentamento  quotidiano  delle piccole e medie imprese e quindi dei lavoratori è indispensabile per una coesistenza  civile e questa sta venendo meno, richiediamo interventi economici  immediatamente esigibili per le piccole e medie imprese e per i lavoratori di esse”.

Questo è quanto dichiara Francesco Panasci Presidente di ImpresSe la neo associazione a tutela delle piccole e medie imprese  a  cui si aggiunge il Responsabile della Comunicazione, Filippo Virzì: “Attenzione alle fake news, ne circolano tantissime  verificate prima di ogni cosa  la veridicità della notizia, il nostro ufficio stampa farà la sua parte con un’informazione reale e costante, ma attenzione , registriamo che   sale la  tensione sociale  in particolare nel capoluogo regionale, noi suggeriamo che sarebbe opportuno  nelle zone sensibili quali poste,  banche  e supermercati venissero  predisposti servizi  di vigilanza privata per garantire tutti i protocolli di sicurezza e quindi la salute e l’incolumità di utenti e lavoratori”.

Com. Stam.

3 recommended
comments icon 0 comments
0 notes
121 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: