Province, la proposta di Figuccia: “Troppi anni di buio, attiviamo uno scontro con Roma”

 -  -  7


Province, non si vota dal lontano 2008 e adesso l’ennesimo rinvio dell’elezione di secondo livello sbarca con un ddl all’Ars. La prima commissione è pronta a dare il parere e ad esitare il testo ma per qualcuno dei componenti la questione di fondo, non è il mero slittamento di un centinaio di giorni ma il disastro che l’assenza degli organi intermedi sta causando da anni.

Ad intervenire proprio nel merito è il deputato dell’Udc Vincenzo Figuccia che uscendo dalla commissione Affari Istituzionali ha dichiarato: “Sulle ex Province, che si voti ad aprile o ad ottobre poco cambia. Servirebbe comunque ripristinare l’elezione diretta. Con Crocetta si è aperto un periodo buio che riguarda non solo le ex Province oggi Liberi Consorzi ma tutti quei servizi e quelle funzioni che riguardano gli Enti di area vasta. Scuole, strade assistenza ai disabili, tutte realtà che non vengono più attenzionate e che oggi sono allo sbando. Basta fare una passeggiata per le aree interne di ciascuna delle nove province per rendersi conto come ormai tutte tutte le ex strade provinciali vivano in una condizione disastrosa impedendo a cittadini, operatori del settore agroalimentare e commerciale, di poter svolgere serenamente le loro attività. Ecco la mia proposta: attiviamo uno scontro con Roma. La Delrio fu un errore e Crocetta contribuì a perfezionare quel mostro a tre teste. Assumiamoci le responsabilità delle nostre specificità statutarie e votiamo prima possibile ma con elezione diretta sia dei presidenti dei Liberi Consorzi sia dei presidenti delle tre aree metropolitane ed eleggiamo con essi anche i consigli provinciali che diventerebbero veri baluardi di partecipazione e rappresentatività”.A margine della seduta della commissione – Figuccia sottolinea come – al di là del rinvio dei lavori a domani, la posizione prevalente tra i componenti, è quella di una proroga delle elezioni per le ex Province dato l’attuale caos”

Com. Stam.

7 recommended
comments icon 0 comments
0 notes
68 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *