Palermo Giornata memoria Iniziative di oggi. Orlando “Palermo sensibile e attenta”

 -  -  5


Palermo ha celebrato oggi la Giornata della Memoria con diverse iniziative, facendo seguito a quelle dei giorni scorsi con la posa di alcune “pietre d’inciampo”.

Le manifestazioni si concluderanno domani con due appuntamenti: alle  9.30 in piazza Francesco Crispi sarà inaugurata  la targa marmorea dedicata al fisico Emilio Segrè e alle 16.00  presso la Biblioteca di Villa Trabia ci sarà la presentazione del libro “Storia di una famiglia di origine ebrea a Palermo”, di Alessandro Hoffmann

Per la giornata di oggi, in segno di omaggio a tutte le vittime dell’Olocausto e dei campi di concentramento, il sindaco Leoluca Orlando ha disposto l’esposizione delle bandiere a mezz’asta nei palazzi comunali.

Il sindaco e diversi assessori hanno preso parte alle manifestazioni promosse dal Comune e da diversi enti ed associazioni.

In mattinata, al “Vagone della memoria” di via Messina Marine e al Giardino dei Giusti di via Alloro, in due diversi momenti sono stati ricordate le vittime dell’Olocausto e coloro, i “Giusti” appunto, che si impegnarono per lottare contro le leggi razziali e per salvare vite umane. A queste manifestazioni hanno preso parte gli assessori Darawsha e Marano.

Il Sindaco ha preso parte invece stamattina alla manifestazione organizzata al Teatro Massimo con circa mille studenti, che hanno assistito allo spettacolo tratto da ‘Destinatario Sconosciuto” di Katherine Kressmann Taylor e poi, nel pomeriggio, a Palazzo delle Aquile, alla presentazione di un libro in ricordo sulla storia di Jan Karski, l’uomo che scoprì l’Olocausto, a cura dei giornalisti Marco Rizzo e Lelio Bonaccorso.

“Palermo si è confermata attenta e sensibile – ha detto il Sindaco – con una grande quantità e qualità di iniziative che hanno coinvolto migliaia di persone, soprattutto giovani.

Un modo per ricordare, ma soprattutto per costruire.

Costruire un futuro nel quale lo sterminio sia fuori dalla storia, nel quale siano fuori dalla storia qualsiasi violenza e discriminazione delle persone per religione, colore della pelle, orientamenti sessuali, idee politiche e persino per le loro disabilità.”

 

5 recommended
comments icon 0 comments
0 notes
88 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *