Vitalizi, taglio troppo light e Figuccia si adira: “Come volevasi dimostrare”

 -  -  4


“I matematici direbbero come volevasi dimostrare. Il Consiglio dei Ministri ha infatti impugnato il taglio beffa che nei mesi scorsi è stato inscenato in Assemblea Regionale perché come avevo opportunamente ammonito, “è contro i principi di uguaglianza e di ragionevolezza”.

Qualche arrogantello a Sala d’Ercole si era addirittura vantato per quella che di fatto da una vittoria di Pirro, si è rivelata una disfatta di Caporetto. Non ci voleva certo un economista per evidenziare come una limatura così supina su quelli che sono diventati veri e propri privilegi medievali, avrebbe incontrato il disappunto di Roma. Se la casta, con il compiacimento del PD, pensava di aver tutelato sé stessa con una sforbiciata light, adesso è bene che si proceda celermente ad una revisione di quanto stabilito per portare un taglio da prefisso telefonico ad un taglio serio e corposo. La Sicilia, non dimentichiamolo, rischia ancora una decurtazione pari a 70 milioni di euro di trasferimenti dallo Stato che rappresenterebbero somme vitali da rendere in servizi ai Siciliani. Un fatto che sarebbe di una gravità senza precedenti. Pertanto continuo a chiedere la responsabilità di tutti e che si apportino immediatamente i necessari correttivi alla norma”

Com. Stam.

4 recommended
comments icon 0 comments
0 notes
60 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *