Protesta dei sindaci del palermitano davanti Palazzo d’Orleans. Orlando: “è dal 2014 che sollecitiamo la regione a realizzare impiantistica pubblica”

 -  -  4


 La difficile situazione che vivono i sindaci siciliani impegnati a far partire al meglio la raccolta differenziata, a garantire un servizio essenziale per la qualità  della vita  di tutti i cittadini implica grandissimi sforzi da parte degli amministratori locali che si ritrovano a combattere tutti i giorni con costi esorbitanti per il conferimento, impianti inadeguati e scarsa collaborazione da parte di alcuni cittadini.

L’AnciSicilia già a partire dal 2014  ha sempre sollecitato la esigenza di interventi regionali per la realizzazione di una impiantistica pubblica. Quella esistente spesso è del tutto inadeguata o addirittura inesistente specie per talune tipologie di impianti”. Dichiara Leoluca Orlando, presidente di Anci Sicilia.

La carenza di un’adeguata impiantistica per il riciclo dei rifiuti, l’assenza di valorizzazione energetica per quanto non riciclabile e l’affidamento eccessivo allo smaltimento in discarica -conclude il presidente  Orlando – determinano costi di gestione alle stelle, inquinamento determinato dal continuo trasporto dei rifiuti oltre a una perenne emergenza igienico sanitaria nei nostri comuni”.

Com. Stam.

4 recommended
comments icon 0 comments
0 notes
55 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *