Aeroporto di Birgi Il Consiglio comunale ascolta il Sindaco Di Girolamo e il Presidente dell’Airgest, S. Ombra, e poi vota una mozione per trovare le risorse economiche volte a finanziare le iniziative per il rilancio

 -  -  4


Il Consiglio comunale di Marsala, presieduto da Enzo Sturiano ha ieri puntato i riflettori sulla situazione dell’aerostazione “Vincenzo Florio” di Birgi presenti, fra gli altri, il Sindaco Alberto Di Girolamo e il Presidente dell’Airgest, Salvatore Ombra.

Prima di ascoltare Sindaco e Presidente di Airgest il Consiglio comunale ha approvato una prima mozione tecnica per dar modo a Ombra di poter intervenire in aula. Quindi le ampie relazioni di Sindaco e Presidente dell’Airgest che hanno fatto il punto della situazione con Ombra che ha anche enunziato tutte le iniziative che sta attuando per far ritornare l’Aeroporto di Birgi ai fasti del 2013 quando sfiorò i 2 milioni di traffico passeggeri.

Al termine dei lavori d’aula e prima che venisse meno il numero legale sulla proposta di prelievo del rendiconto finanziario del 2018, il Consiglio comunale ha approvato all’unanimità dopo avere apportato una modifica una nuova mozione con la quale invita l’Amministrazione comunale ad attivarsi al fine di individuare nuove risorse economiche per compartecipare a tutte le iniziative che possano rilanciare l’aeroporto “Vincenzo Florio” e il turismo anche tramite il Distretto Turistico. Si torna in aula già questo pomeriggio – alle 17,30  – con la nuova votazione sul prelievo riguardante il rendiconto di gestione. Per la validità della seduta considerato che si è in prosecuzione basterà la presenza di 12 consiglieri.

Di seguito lo svolgimento in sintesi della giornata di ieri fermo restando che l’intera seduta è visibile e ascoltabile collegandosi con il sito internet: https://www.youtube.com/watch?v=DzfZVD_mSvg

Inizio Lavori – Ore 18,20 – Presenti 19/30

Il Presidente esprime il cordoglio dell’aula per la scomparsa del padre Egidio Alagna. Comunica che i funerali si svolgeranno mercoledì prossimo, 13 novembre, alle ore 15,00 nella Chiesa di Santa Venera. Viene osservato un minuto di raccoglimento.

PUNTO 25 – INIZIATIVE PER PROMUOVERE IL RILANCIO DELL’AEROPORTO DI BIRGI

Il Presidente dà lettura della mozione con la quale si invita il Sindaco e il Presidente dell’Airgest a mettere in opera quanto necessario per il rilancio dell’aeroporto di Birgi. I due esponenti è giusto che vengano sentiti in aula.  Enuncia quanto fatto in passato da Di Girolamo e Ombra per il “Vincenzo Florio”. Parla di diverse teorie per il rilancio dell’aeroporto di Birgi. Chiarisce i termini di una incomprensione sulla presenza di Ombra in aula nella precedente seduta . Fa presente che la mozione è necessaria e preliminare per l’audizione del Sindaco e del Presidente dell’Airgest in aula.  

Votazione della mozione: Approvata all’unanimità con 21 voti favorevoli su 21 votanti.

Il Sindaco Alberto Di Girolamo  fa presente che l’Aeroporto è fondamentale per lo sviluppo dell’economia del territorio così come le altre infrastrutture. Fa la cronistoria degli ultimi anni della gestione aeroportuale. Precisa che il Comune si è fatto carico di espletare la gara per l’affidamento della pubblicità, con i soldi stanziati dalla Regione, per il rilancio dell’aerostazione prendendosi una grande responsabilità. Le due gare non sono andate come si sperava e si è rischiato anche di perdere i fondi che comunque sono stati salvaguardati. Si dichiara soddisfatto per la nomina di Ombra e auspica che l’aeroporto possa essere presto rilanciato. Lamenta che i privati non sono mai intervenuti e si chiede a chi verranno assegnati i fondi (Distretto Turistico, Airgest, ecc.) per cercare il rilancio dell’aeroporto. Precisa che il Comune di Marsala ha sempre onorato gli impegni previsti dall’accordo di co-marketing. Bisogna stabilire come far giungere nelle casse dell’Airgest i soldi della Regione. Lo Stato deve prendere una decisione sul destino e sul futuro degli aeroporti siciliani. Ognuno deve assumersi le proprie responsabilità. Si aspettava che almeno una stragrande maggioranza dei 25 lotti e delle 25 rotte, in passato, venissero assegnati ad altrettante compagnie.

Il Presidente dell’Airgest Salvatore Ombra precisa che ha accettato di buon grado di relazionare in Consiglio comunale alla presenza del Sindaco. Precisa che l’Aeroporto ha la necessità del supporto di tutte le Amministrazioni. Preannuncia che il giorno 29 si inconterrà con il Prefetto, con il presidente della Camera di Commercio e con tutti i Sindaci per valutare quanto possibile per il rilancio dell’aerostazione trapanese. Enuncia quanto fatto dal 16 di agosto in poi cioè da quanto si è nuovamente insediato alla guida del “Vincenzo Florio”. Parla che si sta lavorando per ridare dignità all’aeroporto con il personale interno. Lamenta, pur lodando l’Amministrazione comunale di Marsala, che le gare non andavano fatte così per come sono state espletate. Fa presente che si va nella direzione di contrattualizzare gli accordi con Alitalia per le due rotte già assegnate per tre anni (Roma e Milano). Precisa che si è incontrato con il n. 2 di Ryanair che è ancora debitrice di 360 mila euro da parte di 6 comuni del territorio fra cui Castelvetrano e Valderice. Nell’incontro avvenuto il giorno 6 novembre si è parlato di avere 18 voli complessivi con Ryanair e altri con altri gestori per portare a pareggio di bilancio nel 2021 la gestione dell’aeroporto. Sottolinea di avere affidato uno studio sul come comportarsi giuridicamente e un altro di proiezione dei flussi. Ciò al fine di contrattualizzare le rotte. Sottolinea che vi sono già 6 rotte (Trieste, Napoli, Brindisi, Ancona, Perugia, Parma) che presto potranno andare in gara con un indotto di 300 mila passeggeri l’anno  e che potranno già essere attivate da aprile .

L’incontro con Ryanair è servito per ipotizzare di avviare un progetto quadriennale facendo ridiventare Trapani una delle Basi della stessa flotta aerea. Nel 2011 vi erano cinque aerei che sostavano nel nostro aeroporto. Precisa di non essere contro il Distretto turistico e di non vivere la competizione con l’Aeroporto di Palermo. Il caro biglietti nazionali è dovuto a leggi di mercato. Lamenta che non vi è una base logistica per i cargo considerato che si va verso l’implementazione degli acquisti online. Conclude il suo intervento auspicando che tutti gli amministratori dei 24 Comuni della provincia si mettano attorno a un tavolo e con un piccolo sforzo economico congiunto di 2 milioni e ½ di euro l’anno si riuscirà a far riavere a Birgi un traffico di un milione e 300 mila passeggeri l’anno. Non bisogna perdere la stagione 2020 e soprattutto si deve stabilire una tassa di soggiorno unica per tutti Comuni della provincia di Trapani. Occorre coinvolgere tutte le realtà che fruiscono e beneficiano delle presenze turistiche. Invita l’Amministrazione comunale a sistemare la rotonda davanti l’ingresso dell’Aerostazione. Precisa che lui è stato sempre la realizzazione dei sistemi aeroportuali.

Il presidente Sturiano chiede lumi sulla gestione dei precedenti bandi e concorda per un maggiore decoro della rotonda all’ingresso dell’aeroporto.  

Il Sindaco Di Girolamo chiarisce che le gare sono state gestite dal Comune su specifiche indicazioni dell’Airgest e dell’Assessorato regionale competente. Si sono fatte le gare per i 25  lotti visto che nei confronti della prima, unica per tutti, è stato presentato ricorso.    

Il consigliere Calogero Ferreri chiede di sapere se per l’affidamento delle nuove rotte si procederà con le gare o con accordo diretto.

Il vice Presidente Arturo Galfano ringrazia Ombra per il suo intervento e per la sua relazione in aula. Chiede se si può intervenire sugli orari per Roma e Milano. Chiede di sapere se i Comuni di Alcamo e Castellamare sono favorevoli allo sviluppo dell’Aeroporto e se il Sindaco condivide quanto evidenziato dal Presidente dell’Airgest.

Il consigliere Flavio Coppola parla di intervento oculato e attento sull’aeroporto da parte del Presidente Ombra che cura l’aerostazione come una sua creatura. Dichiara di avere fiducia in Salvatore Ombra e sul suo operato. Bisogna che vengano individuate le dovute risorse per rilanciare l’aeroporto. Chiede che a tal riguardo che risponda anche il vice Sindaco, titolare della delega alle finanze.  

La consigliera Linda Licari fa la cronistoria dei diversi bandi e pone diversi quesiti. Critica la precedente gestione dell’Aeroporto, giudica positivamente i propositi di Ombra e precisa che lei è favorevole ad una gestione congiunta degli aeroporti. Fa presente che sia l’Amministrazione che i dirigenti di competenza hanno ben operato per l’espletamento delle gare e, ancora, il Comune di Marsala ha sempre onorato il precedente accordo di co-marketing sulla cui legittimità chiede lumi. Dichiara di essere d’accordo sul fatto di conformare la tassa di soggiorno per tutti i Comuni anche se giudica che sia difficile da attuare. Fa presente che i Comuni sono in difficoltà dal punto di vista finanziario.

Il consigliere Angelo Di Girolamo si complimenta con Ombra per il lavoro fatto. Si compiace per la presenza del Sindaco in aula dopo sei mesi. Si augura che la città possa essere rivalorizzata dal rilancio dell’aeroporto.

Il sindaco Alberto Di Girolamo fa presente che è facilissimo addebitare tutte le responsabilità per le cose che non vanno per il verso giusto al Capo dell’Amministrazione. Sottolinea che spesso il Comune si è sostituito alla provincia per l’esecuzione di alcuni lavori (pulizia litoranea). Precisa che oggi da Marsala è partito un grande progetto della Tim che ha scelto la nostra città poiché l’ha giudicata idonea. Rileva che la Regione limita con la sua politica lo smaltimento dei rifiuti e dell’umido in particolare. Dichiara di condividere le richieste fatte dal Presidente dell’Airgest. Dalla riunione ci si augura che venga fuori una visione d’insieme per assegnare i fondi volti al rilancio dell’aerostazione di Birgi e in maniera corretta. Parla della “bufala” comparsa su alcuni social (chiusura per domani delle scuole) e dichiara che la notizia è completamente infondata. Presenta che verrà presentata apposita denunzia per accertare gli autori.

Il consigliere Michele Gandolfo dichiara di apprezzare il lavoro che sta facendo Ombra. Precisa che lo sviluppo turistico passa dalla valorizzazione dell’Aeroporto e del Porto. Chiede di sapere se è legittimo il co-marketing viste le condanne che sta subendo la Ryanair. In tal senso chiede lumi anche al Segretario generale. Chiede, inoltre di sapere, qualcosa in più sul licenziamento con cassa integrazione di 29 unità di personale dell’Aeroporto.  I fondi nazionali riguardano voli all’interno del territorio italiano e per quelli europei che portano ricchezza?

La consigliera Letizia Arcara nel complimentarsi con il Presidente Ombra per il lavoro che sta facendo chiede il perché del “Caro Voli”.  

Il Presidente Ombra precisa che non vi è l’assoluta necessità del bando ma si può attuare il “MEO test” procedendo direttamente all’assegnazione degli incarichi visto che la legge europea lo prevede. L’Airgest non può influire né sugli orari delle rotte né tanto meno sui costi dei biglietti. Precisa che sia Alcamo che Castellamare sono favorevoli al rilancio di Birgi. Sottolinea che in atto vi è in ballo l’aumento del capitale sociale necessario perché sono stati “bruciati” le due precedenti azioni di ricapitalizzazione dell’aeroporto di Birgi. Conta di portare il bilancio dell’Airgest in pareggio nel 2021 visto che quello attuale e quello del 2020 saranno in perdita (4 milioni e 2 milioni e mezzo di euro). Sottolinea l’importanza delle Amministrazioni per reperire quei due milioni e mezzo di euro utili a far crescere il traffico passeggeri. Precisa che sta mantenendo gli impegni con la Ryanair. Fare una tassa di soggiorno contenuta non può che essere conducente per tutti. Specifica che il co-marketing è perfettamente legittimo altrimenti Ryanair non sarebbe il primo vettore aereo d’Europa.  Fa la cronistoria del personale dell’aeroporto e fa presente che è stato costretto a fare un piano di razionalizzazione del personale perché allo stato vi sono solamente 5  voli di cui per ben due per Pantelleria. Precisa che le 29 persone in cassa integrazione verranno riassunte a partire dalla stagione estiva 2020 e che sono stati fatti tagli per risparmiare un milione di euro. Le destinazioni estere non possono essere messe fra le rotte “onorate” che debbono essere solo nazionali. Il problema del caro prezzi si può risolvere solamente aumentando le offerte e l’Airgest sta lavorando in questa direzione. Si dichiara disponibile a ulteriori confronti.

Il Presidente Sturiano dà lettura di un odg per impinguare i fondi da dare all’Airgest per l’accordo di co-marketing.

La consigliera Linda Licari chiede che la seduta odierna non passi come una passerella politica. Se c’è l’impegno di tutti non è necessaria la votazione della mozione.

Il Presidente Sturiano precisa che si tratta di un impegno dell’intera Assise.

Il consigliere Michele Gandolfo pur dichiarando la disponibilità al voto non ne ravvisa l’efficacia.

Il Sindaco Alberto di Girolamo fa presente che se il co-marketing sarà riposto il Comune non si tirerà indietro e ridarà le somme come ha fatto in passato.

Votazione della mozione: 16 voti favorevoli su 16 votanti

PRELIEVO PUNTO 14 – Rendiconto di gestione 2018

Votazione: 15 presenti. Viene meno numero legale. Domani in seduta di prosecuzione con 12 consiglieri.

La seduta viene chiusa – Sono le ore 21,30.

Com. Stam.

 

4 recommended
comments icon 0 comments
0 notes
81 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *