Anniversari. 80 anni fa scoppiava la Seconda guerra mondiale

 -  -  8


Era il primo settembre 1939 quando all’alba soldati del Terzo Reich spostavano la barra di confine tra la Germania e la Polonia e davano il via alla più sanguinosa guerra fino ad oggi mai combattuta.

Da tempo Adolf Hitler, il cancelliere del Reich salito al potere nel 1933, le stava tentando tutte per raggiungere due obiettivi: riscattare le umilianti condizioni imposte alla Germania dal trattato di Versailles dopo la Prima guerra mondiale ed annettere tutti i territori confinanti dove si trovavano popolazioni di lingua tedesca, realizzando ad un tempo anche quello “spazio vitale” da lui ritenuto “necessario” alla nazione tedesca, ai danni però di popoli e stati confinanti. Egli aveva già occupato la Cecoslovacchia, l’Austria, ottenendo territori, senza che le due potenze europee uscite vincitrici dal precedente conflitto mondiale, Francia e Gran Bretagna, si muovessero più di tanto, temendo un’escalation bellica. Ma quando Hitler chiese la restituzione di Danzica, in territorio polacco, francesi e britannici annunciarono che avrebbero difeso la nazione polacca ad ogni costo. Era quello che il cancelliere si aspettava. Ci voleva però un pretesto per accendere la miccia del conflitto bellico che, pensava Hitler, si sarebbe risolto favorevolmente per la Germania. Ed egli lo creò ad hoc. La sera del 31 agosto 1939 un commando di SS in borghese irruppe così all’interno della stazione radio tedesca di Gliwice, allora in territorio tedesco, oggi in Polonia, minacciando i soldati tedeschi di guardia ed i tecnici civili presenti, lanciando finti proclami radio anti tedeschi e filo polacchi, per fare credere ad una provocazione della Polonia, ed uccidendo tre persone, spacciate poi come facenti parte di un commando polacco spedito lì per occupare la radio e “morti in combattimento” contro i militari tedeschi. Era una scusa, usata da Hitler per consentire alle sue truppe di marciare all’alba del giorno dopo contro la Polonia per “lavare” col sangue l’attacco vile della nazione ad Oriente della Germania. Era iniziata la Seconda guerra mondiale e da allora il Mondo non sarebbe stato più lo stesso.

Ciro Cardinale

CS

 

8 recommended
comments icon 0 comments
0 notes
102 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *