Finanza locale degli enti intermedi e norme decreto crescita oggi a Villa Niscemi un incontro organizzato da AnciSicilia

 -  -  4


Gli effetti sulla finanza locale degli enti intermedi derivanti delle disposizioni introdotte con l’art. 38-quater della Legge 58/2019 (conversione del Decreto Crescita): questo il tema dell’incontro che, organizzato dall’AnciSicilia, si è svolto questa mattina a Villa Niscemi, alla presenza dei rappresentanti delle nove ex province.

Durante la riunione cui hanno preso parte, tra gli altri, l’assessore alle Autonomie locali, Bernadette Grasso, e il responsabile della Finanza locale Anci -Ifel, Andrea Ferri, sono state analizzate le principali problematiche attuative derivanti dal nuovo quadro normativo e finanziario degli enti di Area vasta.

“Sulla base delle ultime norme derogatorie introdotte dal “Decreto Crescita” – hanno precisato Leoluca Orlando e Mario Emanuele Alvano, presidente e segretario generale dell’AnciSicilia – si è fatto un importante passo avanti che consente, per il 2019, di rimettere in moto la macchina amministrativa degli enti intermedi, sin qui paralizzata, e far ripartire la spesa per gli investimenti.  L’obiettivo adesso è quello di lavorare per avere un quadro finanziario stabile anche nel medio termine per uscire da una continua emergenza che dura da troppi anni”.

“La riunione di oggi ha rappresentato – hanno concluso Orlando e Alvano- (in attesa del prossimo riparto degli ulteriori cento milioni), un primo momento importante che ha permesso, attraverso un confronto con tutti i protagonisti, di capire come utilizzare al meglio le novità introdotte con il recepimento dell’accordo tra il Governo e la Regione Siciliana”.

“Un importante momento di confronto con AnciSicilia, con cui abbiamo, da tempo, avviato una positiva stagione di collaborazione sui temi che riguardano le province, il personale, gli investimenti, il funzionamento delle scuole. Temi oggi più che mai attuali, soprattutto alla luce del dibattito sul regionalismo differenziato”. Questo il commento di Bernardette Grasso, assessore alla Funzione pubblica e alle Autonomie locali della Regione Siciliana.

Com. Stam.

4 recommended
comments icon 0 comments
0 notes
90 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *