Formazione Sicilia: avviso 28 non tutela studenti disabili e lavoratori

 -  -  3


Palermo – “L’avviso 28 della Regione Siciliana, sull’Istruzione e la formazione professionale (Iefp), non assicura il diritto allo studio degli studenti disabili e non tutela i lavoratori del settore.

Nel bando, infatti, non sono state stanziate le risorse necessarie all’assunzione degli insegnanti di sostegno, figure indispensabili per permettere ai suddetti studenti di frequentare i corsi, né contempla le regole del contratto collettivo nazionale come stabilito nell’accordo siglato il 23 luglio scorso tra l’Assessorato e le parti sociali”. Lo dice la segretaria regionale della Flc Cgil Sicilia, Graziamaria Pistorino, che oggi è intervenuta nell’ambito di un convegno all’Ars sul tema organizzato dalla stessa Regione.”Apprezziamo il lavoro svolto dall’assessore Lagalla – aggiunge – per l’approvazione della legge regionale sul diritto allo studio. Questa, tuttavia, rischia di rimanere lettera morta, sia perchè non individua risorse adeguate per la sua attuazione, sia perchè i costi standard stabiliti dall’Assessorato sono decisamente più bassi rispetto a quelli stabiliti da tutte le altre regioni italiane per finanziare gli stessi servizi e le stesse prestazioni. Ciò vuol dire che nell’Isola si spende molto meno che altrove”.”Abbiamo chiesto più volte – ha sottolineato – di essere convocati al tavolo sull’Iefp per discutere, congiuntamente all’Assessorato e all’Ufficio scolastico regionale, e provare a trovare soluzioni condivise per i punti di contatto tra scuola e formazione professionale. Le nostre ripetute richieste, tuttavia, sono rimaste inascoltate. Chiediamo, quindi, all’assessore Lagalla di proseguire con il suo metodo di confronto e dialogo”.

Com. Stam. Ric. Pubbl.

3 recommended
comments icon 0 comments
0 notes
122 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *