“Sogni D’autore”: in scena le mille sfaccettature dell’arte

 -  -  5


Mercoledì 12 giugno alle 21,00 la Carovana Dei Sogni presenta, al teatro Jolly di Palermo, lo spettacolo “Sogni D’Autore”, interpretato da giovani allievi attori. Uno spettacolo ricco di canti, musiche e recitazione, che svolge anche una funzione terapeutica per i brillanti artisti guidati da un gruppo di docenti d’eccezione.

Molti sono i risvolti che dobbiamo svelare sul lavoro di “retropalco” del saggio che andrà in scena il prossimo mercoledì. Infatti, i ragazzi, protagonisti della serata, non sono attori improvvisati ma allievi di una vera e propria scuola di teatro, diretta da uno staff di professionisti dello spettacolo. Insegnanti che hanno animato, attraverso l’arte, un gruppo di giovani davvero speciali, in maggioranza affetti dalla sindrome di Williams (Dovuta alla delezione del cromosoma 7, la sindrome, può interessare diverse aree dello sviluppo: cognitiva, psicomotoria e del linguaggio), che trovano il coraggio di condividere le proprie emozioni calcando un palcoscenico.

Il risultato ottenuto sul palco è il frutto dell’immenso entusiasmo dei 25 giovani, delle famiglie che li sostengono e del gruppo docenti della scuola di teatro che, due volte a settimana, nutre mente e corpo di ogni allievo. Daniele Resistivo, Tiziana Martilotti, Giuseppe Giambrone e Luca De Paoli, insegnano tutti i rudimenti necessari: canto, recitazione, dizione e fonetica, storia del teatro; in modo diverso da qualunque altra classe di studio. Per questi allievi i programmi e le metodologie di insegnamento sono personalizzati, ad ognuno il suo. Come spiegano i docenti intervistati, durante le prove, ogni artista ha un suo livello di partenza, dovuto alle difficoltà legate alla sindrome. È quindi necessario personalizzare i programmi e gli approcci didattici, così come gli obiettivi da raggiungere per ciascuno.

Gli insegnanti, non parlano però di difficoltà didattiche, ma dei feedback gratificanti ricevuti dai discenti. Non malati speciali ma persone speciali – concordano i docenti – che hanno risposto alle difficoltà della loro vita, con l’entusiasmo di chi ha deciso di donare emozioni agli altri, condividendone il senso artistico da un palcoscenico.

Lo spettacolo, che racconta di scene e brani memorabili di grandi autori di cinema, teatro e Tv, sarà articolato in momenti di canto dal vivo e “ritratti” che descriveranno i cult dal ‘900 ad oggi. Sotto il coordinamento di Laura Ambra, attivista dell’Associazione Italiana Sindrome di Williams, lo spettacolo (che è saggio di fine corso) è organizzato per dare spazio alle capacità dei talentuosi artisti. È ormai certo, così come racconta Laura, il riscontro positivo degli effetti terapeutici del teatro, e di ogni altra forma d’arte, allorquando coinvolge, quale soggetto attivo, chi è affetto da questa sindrome.

Va detto inoltre che le famiglie sostengono personalmente i costi di tutte le attività che svolgono i beneficiari delle iniziative dell’associazione e, quindi, occasioni come questa possono essere utili anche per raccogliere i fondi a sostegno dei tanti progetti. L’ingresso in teatro sarà comunque libero, ma chi vorrà potrà sostenere l’associazione.

Appuntamento quindi mercoledì sera, con la classe allievi della Compagnia dei Sogni. Persone colme di amore per il prossimo e di gioia di vivere. In questo sì, quei giovani attori sono davvero “speciali”.

Di Mauro Faso

 

5 recommended
comments icon 0 comments
0 notes
391 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *