Forza Italia in crisi. Dare spazio ai giovani prima che vadano altrove

 -  -  7


DESIO: Visto gli avvenimenti di questi giorni che hanno portato profondi cambiamenti nel giovanile di Forza Italia, tra cui nella giornata di ieri 26 Maggio 2019  l’uscita dal movimento proprio durante le votazioni, del vicepresidente Dario Moscato, oltre che l’abbandono di diversi dirigenti in tutta Italia,  è giusto prendere atto del momento di profonda crisi dei giovani Azzurri.

Il congresso dell’11 Novembre vissuto con grande passione da me a tutti i militanti e concluso con l’elezione di Stefano Cavedagna unico candidato presentato, ha lasciato l’amaro in bocca a tutta la squadra. Oltre alla mia candidatura fermata a due settimane dal congresso da una dubbia modifica del regolamento, alle liste degli aventi diritto al voto  mai pubblicate prima delle votazioni impedendo alla lista del sud di fare campagna elettorale e facendola optare per il ritiro, i comportamenti del nuovo presidente Nazionale hanno di fatto scontentato molto la base del movimento obbligando alcuni degli elementi più validi ad abbandonare. I risultati delle elezioni Europee di ieri parlano chiaro Forza Italia è in profonda crisi soprattutto in Emilia Romagna, regione di appartenenza del giovane coordinatore, dove i voti sono addirittura dimezzati forse le cause del calo di gradimento degli elettori non era dovuto all’ex commendatore del partito emiliano Massimo Palmizio, e le energie che i giovani dovevano portare al partito si sono disperse per privilegiare le ambizioni di alcuni dirigenti. Il mio lavoro per Forza Italia e il mio impegno per il giovani che da sempre mi hanno supportato non si è mai fermato sostenendo le candidature di diversi ragazzi in tutta Italia con l’associazione di cui sono Presidente, e restando punto di riferimento per tutti quei  militanti, e amministratori che non vedevano nella nuova presidenza, di fatto troppo destrorsa una possibile guida al cambiamento, mi metto al servizio del movimento giovanile pronto ad intervenire al fianco di Cavedagna o disponibile a commissariarlo per guidarlo fuori dalla crisi che sta vivendo. Oggi Forza Italia giovani deve riprendere la sua natura moderata, liberale e cattolica per tornare a rappresentare quelle politiche fatte di soluzioni e di contenuti che portano al dialogo e al confronto politico per il bene del territorio.

Carmelo Gangi

Com. Stam.

7 recommended
comments icon 0 comments
0 notes
559 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *