Messina, il Sindaco De Luca attacca le opposizioni: “Eletto senza lobby alle spalle, elaborate la sconfitta e lasciateci lavorare”

 -  -  11


Messina: “La macchina del fango continua senza sosta nel tentativo di delegittimare la volontà popolare che chiede il cambiamento.

Comprendo che non è stato semplice bere l’amaro calice della sconfitta, ma ritengo che Saitta del Pd, così come il M5S debbano far pace con se stessi e andare avanti”. Cosi il Sindaco di Messina, Cateno De Luca, circa le accuse sull’uso della carica Istituzionale per scopi privati.

“Le accuse a me rivolte in chiusura di campagna elettorale – continua il Sindaco peloritano – sono frutto della paura. Del M5S perché il castello di sabbia su cui hanno costruito il loro consenso si sta sgretolando. Per Saitta perché senza un nemico da combattere, anche a costo di rendersi ridicolo, sprofonderebbe nell’oblio dell’anonimato a cui è stato relegato dopo la pesante sconfitta elettorale”.

“Mi sono fatto promotore – sottolinea De Luca – di un malessere delle ex Province che adesso porterò a Roma e mi si attacca. Dopo decenni, Messina ha la possibilità con Dafne Musolino di avere una propria voce in Europa e mi si attacca. Con il Risanamento chiediamo i poteri speciali per ridare dignità agli sbaraccati, e mi si attacca. Dopo sette anni inauguro una piscina comunale che era meta di degrado e mi si attacca. Vergonatevi”.

“Sarebbe più comodo – conclude il Primo cittadino – amministrare come chi mi ha preceduto, vivendo di rendita per essere immune da critiche, ma non fa per me. La mia ricetta di buon governo che è valida per Messina così come per la Regione prevede una sola via: rivendicare ciò che ci appartiene per camminare con le nostre gambe. Dimostrare con forza che non siamo più disposti a prestare il fianco a umilianti compromessi che gli amici di Saitta e del M5S hanno sottoscritto in cambio delle briciole.

Voglio ricordare loro che io sono sempre stato eletto e mai designato da lobby. Forte dell’autorevolezza che proviene dal ‘Popolo Sovrano’ chiedo dunque che tacciano per sempre su certi argomenti”.

Com. Stam.

11 recommended
comments icon 0 comments
0 notes
114 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *