La Ue contro Regione Lazio per assegnazione case popolari

 -  -  3


Roma. L’Unione europea “bacchetta” la Regione Lazio per alcune anomalie nell’assegnazione delle case popolari.

La Commissione europea ha infatti aperto una procedura preparatoria a quella di infrazione perché il governo regionale, nell’attribuzione delle case popolari, avrebbe discriminato i rom, violando così la direttiva 2000/43 sull’uguaglianza razziale, in quanto si richiederebbero alcuni requisiti – come la residenza e lo sfratto – che, per i rom, non sarebbero dimostrabili. La notizia dell’avvio del procedimento è stata diffusa dall’assessora regionale al bilancio, Alessandra Sartore.

Ciro Cardinale

3 recommended
comments icon 0 comments
0 notes
92 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *