Rimodulazioni sedi Inps, dal Ministero del Lavoro arriva nell’aula del Senato la risposta all’interrogazione di Marinello e Perconti il senatore M5S: bisogna evitare disservizi per i cittadini del comprensorio di Sciacca

 -  -  4


Roma, 21 marzo 2019 – Arriva nell’Aula del Senato la risposta all’interrogazione presentata dal senatore del Movimento 5 Stelle Rino Marinello e dal deputato Filippo Perconti rivolta al Ministero del Lavoro, in merito alla rimodulazione delle sedi Inps e l’accorpamento del centro medico-legale di Sciacca a quello di Agrigento, avviata diversi anni fa e voluta dalla precedente direzione nazionale dell’Istituto.

“Dal Ministero del Lavoro ci dicono che la logica di adeguamento dell’assetto periferico dell’Istituto, in tutto il Paese, – affermano i due parlamentari – e la riorganizzazione innovativa dell’area medico-legale, appare finalizzata ad aumentare l’efficienza delle attività, ma mai dovrà tradursi in un disservizio per il cittadino”.

“Queste affermazioni – continuano gli esponenti del Movimento – ci permettono, concordemente con il Ministero del Lavoro e la nuova dirigenza Inps, di continuare la nostra forte azione volta ad evitare disservizi per migliaia di utenti. La sede saccense, infatti, serve ben 16 comuni dell’Agrigentino e 5 del Trapanese e interessa oltre 147 mila abitanti”.

“Ribadiamo – concludono Marinello e Perconti – che il mantenimento di servizi come quelli erogati dell’Inps, in un periodo storico nel quale Sciacca e il circondario hanno sostanzialmente perduto numerosi presidi, è fondamentale sia per le famiglie dei lavoratori interessati, sia soprattutto per l’utenza; inoltre, bisogna considerare che si tratta di una zona del territorio agrigentino ‘all’estremità’, con una viabilità problematica e inadeguata. Siamo assolutamente convinti, conoscendone le grandi qualità professionali e umane, che il nuovo vertice Inps garantirà i massimi standard qualitativi rispetto alle legittime aspettative dell’utenza”.

Com. Stam. Ric. Pubbl.

 

4 recommended
comments icon 0 comments
0 notes
65 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *