Intitolazione del “Largo della Concordia tra i Popoli” nel Parco Archeologico della Valle dei Templi di Agrigento

 -  -  3


Nell’ambito delle commemorazioni da parte del Comune di Palermo per la prematura scomparsa dell’Assessore Regionale alla Cultura e all’Identità Siciliana, Rosario Arcoleo e l’avvocato Claudio Volante, rispettivamente Presidente e Vicepresidente della VII Commissione Consiliare di Palermo, hanno rilanciato, integrata con la figura di Sebastiano Tusa, archeologo di fama internazionale, la proposta già avviata nel contesto di Palermo Capitale Italiana della Cultura per il 2018, che prevedeva di denominare l’area circostante il “Tempio della Concordia” del “Parco Archeologico della Valle dei Templi di Agrigento” in “Largo della Concordia tra i Popoli”, in linea con la prospettiva di Rinascimento Interculturale, e soprattutto recuperando la valenza semantica associata al concetto di “agorà”, connotativo della Magna Grecia, secondo una chiave interpretativa in empatia con il principio della concordia quale misura ideale del confronto ed in definitiva della libertà tra i Popoli Mediterranei, come teorizzato dal drammaturgo agrigentino Antonio Grotta, personalità inserita nel suddetto circuito celebrativo.

Per tutto quanto premesso, si propone altresì di collocare all’interno di predetto Largo un cippo commemorativo, su cui venga apposta una lapide con la seguente iscrizione: “Largo della Concordia tra i Popoli – La Concordia misura ideale della Libertà dei Popoli Mediterranei – In memoria di Antonio Grotta, drammaturgo e promotore della Cooperazione Politica Mediterranea Permanente, e di Sebastiano Tusa, archeologo e promotore della Cooperazione Culturale Mediterranea Permanente – Sicilia Terra d’incontro dei Popoli – Mediterraneo Cuore del Mondo”.

Com. Stam.

 

3 recommended
comments icon 0 comments
0 notes
113 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *