Dl semplificazione Camera, i Parlamentari siciliani di Forza Italia fanno approvare due ordini del giorno: rimodulazione del prelievo forzoso per i Liberi Consorzi e la possibilità di spalmare il disavanzo della Regione in trent’anni

 -  -  12


Roma: Nell’ambito del provvedimento sulla semplificazione, blindato dal Governo e per il quale non era possibile apportare nessuna variazione, i Parlamentari siciliani di Forza Italia sono riusciti a fare approvare due importanti ordini del giorno.

Il primo, che prospetta la risoluzione al prelievo forzoso dello Stato nei confronti dei Liberi Consorzi siciliani – prima firmataria on. Matilde Siracusano – con ricadute in termini di disservizi per il territorio, attraverso la partecipazione della Regione. Il secondo – prima firmataria on. Stefania Prestigiacomo – che riguarda un tema complesso, trattato per lungo tempo durante la Legge di Stabilità, che prevede un impegno del Governo nazionale a valutare la possibilità di spalmare in trent’anni il disavanzo della Regione Siciliana per il 2017. Tale richiesta, reiterata dal Governo Musumeci e in particolare dagli Uffici del Bilancio potrà quindi essere trattata attraverso appositi provvedimenti.

“Non nascondo la soddisfazione – riferisce la deputata di Forza Italia alla Camera, Matilde Siracusano – nell’apprendere che nonostante il dl semplificazione non prevedeva alcuna variazione al testo, sono stati accolti due ordini del giorni di vitale importanza per le sorti della nostra Regione. Il primo a mia firma, per evitare il dissesto finanziario di Messina e delle altre ex province; Il secondo, presentato dalla collega Stefania Prestigiacomo e sottoscritto da me, Giusi Bartolozzi, Francesco Scoma e Nino Minardo, che consente di svincolare risorse necessarie al sostegno economico della nostra terra”.

Com. Stam.

12 recommended
comments icon 0 comments
0 notes
123 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *