OPCER, gli ex dipendenti: “basta parole sterili”

 -  -  3


Palermo: “I problemi vanno risolti insieme senza alzare muri” questo dichiara Mons. Corrado Lorefice e poi ancora il numero di 40 persone ritorna nelle parole dell’Arcivescovo per sensibilizzare l’opinione pubblica sulle scelte, a suo dire disumane, come il numero delle famiglie licenziate dal CdA dell’Opera Pia Ruffini.

Non è stata una decisione disumana chiudere servizi socio-assistenziali erogati alla città e mettere per strada 40 lavoratori con contratti pubblici e senza ammortizzatori sociali?” Scrive un gruppo di ex dipendenti dell’opcer, una vicenda ancora viva e irrisolta che forse si concluderà nelle aule del tribunale, pregando e sperando nella giustizia terrena.

Gli ex dipendenti chiedono a Mons. Lorefice di presentarsi alle prossime udienze, dimostrando quella sensibilità che mostra nei confronti degli stranieri, dei poveri, dei migranti. Prenda posizione e risolva con autorevolezza in quest’assurda vicenda ripristinando i servizi di una realtà con 65 anni di storia, fondata da un Cardinale e permettere agli ex lavoratori di giungere alla pensione con cristiana solidarietà.

Noi, continuano gli ex dipendenti, lo ringraziamo di averci pagato il preavviso nel mese di Natale passato, ricordandogli che deve pagarci ancora il rateo della tredicesima dei 4 mesi del preavviso dovuto per legge, che forse se n’è dimenticato”

Com. Stam. Ric. Pubbl.

3 recommended
comments icon 0 comments
0 notes
193 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *