Yemen: portaerei americana per intercettare le armi iraniane

 -  - 


La portaerei americana Theodore Roosevelt e l’incrociatore Uss Normandy si sono unite ad altre unità navali presenti nel mare che comprende il Mar Rosso meridionale, il Mare Arabico, lo stretto di Bab-el-Mandeb, il golfo di Aden. Questa la versione ufficiale della marina americana: «Le navi si sono unite ad altre forze Usa impegnate a condurre operazioni di sicurezza marittima. Lo scopo di queste operazioni è di assicurare che le vitali vie di trasporto marittimo rimangano sicure e aperte». Fonti riservate invece hanno dichiarato che il vero motivo di questo rafforzamento è dovuto dalle pressioni che l’Arabia Saudita avrebbe fatto agli americani per i presunti finanziamenti di armi dell’Iran ai ribelli sciiti di Houthi, proprio quei ribelli che hanno rovesciato il Governo yemenita e deposto il Presidente. Sempre gli Stati Uniti hanno deciso di fornire intelligence e sostegno logistico alla coalizione araba guidata proprio dall’Arabia Saudita. Già da settimane in quel tratto di mare sono attive navi della marina militare iraniana al fine di garantire la sicurezza degli interessi economici della Repubblica islamica, che proprio in quel tratto di mare vede passare diverse proprie petroliere. Nel frattempo in Yemen proseguono gli scontri e le violenze. Ieri un raid dell’Arabia Saudita a un bunker dell’esercito yemenita ha provocato la morte di una trentina di persone tra la popolazione civile. Lo Yemen è un paese che ha attraversato diversi periodi di instabilità. Il pericolo maggiore adesso arriva proprio dagli scontri, seppur indiretti, tra l’Arabia Saudita, che appoggia le forze governative dell’ex presidente, e l’Iran, che appoggia i ribelli sciiti. Proprio l’Arabia Saudita ha tutto l’interesse a una stabilità del territorio yemenita anche in funzione anti-sciita ed iraniana. Dall’altra parte il colpo di stato del gennaio 2015 e la discesa in campo dei ribelli sciiti rappresentano dei motivi di influenza, politica e militare, dell’Iran nelle questioni yemenite. La disgregazione dello Yemen non è altro che il risultato di una guerra civile tra il Sud a maggioranza sunnita e un Nord a maggioranza sciita. Una crisi che possiede tutte le caratteristiche per portare un’instabilità sull’intera penisola arabica.

60 views
bookmark icon