Condannata la maestra che “ripuliva le bestemmie” dei bambini

 -  - 


Condannata a un anno la maestra che a Ravenna “lavava” via le bestemmie dei bambini con il sapone. La maestra, secondo quanto appurato dalle indagini, era solita infliggere pesanti punizioni ai suoi allievi: strattoni, scappellotti e bocche lavate con il sapone in caso di bestemmie. La vicenda è esplosa dopo la testimonianza di una delle piccole vittime che, essendo passata dalla scuola materna alle elementari, ha chiesto alle sue nuove maestre quali punizioni aspettarsi in caso di disobbedienza. Il piccolo aveva, inoltre, fatto riferimento alle punizioni corporali ricevute nella vecchia scuola. La donna, maestra 55enne in una scuola materna d’ispirazione cattolica, aveva sempre negato qualsiasi abuso sul piccolo, chiedendo una perizia psichiatrica sulla capacità specifica del bambino di testimoniare. Assolta per sequestro di persona, è stata condannata a un anno per i maltrattamenti aggravati. Al termine del rito abbreviato, il gup Rossella Materia del Tribunale di Ravenna ha anche riconosciuto al bambino 12mila euro di risarcimenti; altri 4mila euro a testa andranno ai genitori, che si erano costituiti parte civile sia per conto del figlio che in proprio. La sospensione condizionale della pena è stata subordinata al pagamento dei risarcimenti. La scuola invece ha sempre difeso l’operato della maestra, tanto che non è stata nemmeno sospesa dall’attività.

70 views
bookmark icon