Antonella Monastra : Tari, uno “scippo” ai Palermitani

 -  -  1


La consigliera comunale del PD Antonella Monastra annuncia che lancerà una campagna per l’obiezione fiscale, visto che la Rap (sostituitasi all’Amia) non è in grado di far fronte alla raccolta e allo smaltimento dei rifiuti in città, per non citare la raccolta differenziata.
La stessa Monastra, aveva già nel 2014 aveva sollecitato il sindaco Leoluca Orlando, a valutare l’eventualità di adottare provvedimenti nei confronti di quegli stessi dirigenti, protagonisti del periodo infausto dell’Amia, che oggi sono in Rap.
“Oggi mi stupisco- dice la Monastra- che l’amministrazione guidata da Leoluca Orlando e la stessa Rap, a fronte dello ‘scippo’ nei confronti dei cittadini con la Tari, non abbia mosso un dito per ridurre la produzione dei rifiuti e far sì che la differenziata raggiunga le percentuali indicate dalla legge”.”Grazie a un mio emendamento al regolamento Tari, la Rap – aggiunge – avrebbe dovuto istituire isole ecologiche in ogni circoscrizione entro gennaio 2015, ma in città ancora non ne abbiamo traccia, impedendo fra l’altro al cittadino virtuoso di avere una riduzione del 30% della tassa sui rifiuti.
La Monastra è quindi intenzionata a lanciare un iniziativa per l’obiezione fiscale, nei confronti dell’Amministrazione comunale che non riesce a garantire, tramite la Rap, la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti, che i Palermitani pagano a caro prezzo.

di Daniela Pecoraro

87 views
bookmark icon