155° Anniversario della presenza dell’Arma dei Carabinieri in Sicilia

 -  - 


Oggi a Palermo, nella caserma “Carlo Aberto Dalla Chiesa”, sede storica del Comando Legione Carabinieri “Sicilia”, è stato celebrato il 155° Anniversario della presenza dell’Arma dei Carabinieri in Sicilia. Alla cerimonia era presente il Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, Generale di Corpo d’Armata Tullio Del Sette; il Comandante Interregionale Carabinieri “Culqualber” di Messina, Generale di Corpo d’Armata Riccardo Amato, il Comandante della Legione Carabinieri Sicilia, Generale di Brigata Giuseppe Governale.
Il reparto di formazione, rappresentativo delle varie componenti dell’Arma che oggi operano nel controllo del territorio, si è arricchito di una componente “storica”. Due militari hanno indossato le uniformi risalenti al 1948-1951 ricordando visivamente quei periodi.
I Carabinieri sono parte integrante della storia dell’Isola dal 1860, quando Garibaldi, sbarcato con l’impresa dei Mille a Marsala l’11 maggio di quell’anno, volle istituire un Corpo di Polizia nell’Isola per contrastare la criminalità. In particolare, pensò di istituire un Corpo simile a quello dei Carabinieri Reali di cui conosceva l’onorabilità, la fedeltà verso il Sovrano e l’onore di Patria. Creò quindi il Corpo dei Carabinieri Reali di Sicilia, le cui prime reclute furono addestrate dal Maggiore Francesco Saverio Massiera.
Il Giornale di Sicilia dell’epoca li indicherà come i “Carabinieri insulari” per distinguerli dai “Carabinieri di terraferma”, quelli Piemontesi che di li a qualche settimana furono fatti giungere in Sicilia. Cosicché per un breve periodo vi fu la presenza dei Carabinieri Reali di Sicilia e di quelli Piemontesi.
I due Corpi, su richiesta del Generale Giovanni Serpi, si fusero e da allora ad oggi, i Carabinieri hanno operato al servizio della collettività, senza mai venir meno ai loro doveri ed al giuramento prestato di fedeltà prima al Re, e poi alla Repubblica.
Dal 1860 sono oltre 412 i Carabinieri caduti in servizio di cui 127 dal 1945 ad oggi, che in un territorio attraversato da difficili dinamiche sociali e criminali, non hanno esitato a sacrificare la vita in difesa della libertà e della legalità.
Oggi l’isola può contare su un dispositivo assai articolato, formato da circa 8500 unità ripartite in:
Tot. 413 Stazioni, 11 delle quali dislocate nelle isole minori;
Tot. 7 Tenenze;
Tot. 52 Compagnie;
Tot. 9 Comandi Provinciali,

33 views
bookmark icon