Carabinieri di Casale Monferrato: Controllo del territorio

 -  -  2


Nel corso degli ultimi giorni, la Compagnia Carabinieri di Casale Monferrato ha impiegato un elevato numero di uomini e mezzi in servizi istituzionali di prevenzione e repressione dei reati, dedicando particolare attenzione al controllo dei soggetti sottoposti a misure di restrizione, al contrasto ai reati predatori ed all’attività investigativa per la repressione delle truffe. In particolare, sono stati ottenuti i seguenti risultati:

  • i Carabinieri della Stazione di Casale hanno arrestato su disposizione dell’Ufficio Esecuzioni Penali della Procura Repubblica di Vercelli T., 49enne casalese, pregiudicato, che dovrà scontare, in regime di detenzione domiciliare, una pena di otto mesi per reati commessi nel 2016;
  • i Carabinieri della Stazione di Casale hanno denunciato per evasione C., 48enne casalese, poiché a seguito di un controllo presso la sua abitazione si rendeva irreperibile, violando le disposizioni dell’Ufficio di Sorveglianza di Torino;
  • i Carabinieri della Stazione di Rosignano Monferrato, a conclusione degli accertamenti a seguito di una querela sporta da un 50enne residente in San Giorgio Monferrato, hanno denunciato in stato di libertà M., 43enne residente in Verona, pluripregiudicato, poiché in seguito a una falsa vendita online faceva ricaricare sulla propria carta di credito 2.500 euro, rendendosi successivamente irreperibile;
  • i Carabinieri della Stazione di Rosignano hanno denunciato in stato di libertà per lesioni aggravate B., 44enne casalese con precedenti di polizia, poiché nella serata dell’8 luglio, in Casale Monferrato, entrava all’interno di un kebab e, per futili motivi, aggrediva un 19enne, rompendogli il setto nasale e provocandoli delle lesioni guaribili in 30 giorni;

il 18 luglio, intorno alle due di notte, all’esterno di un noto locale casalese, tre Carabinieri liberi dal servizio, appartenenti alle Stazioni di Fubine e Casale, intervenivano su richiesta di una 27enne di origini rumene, alla quale avevano appena rubato il telefono cellulare. I Carabinieri vedevano allontanarsi dal locale un’altra ragazza, una 19enne residente a San Salvatore, incensurata, che cercava di scappare salendo sull’auto del fidanzato che attendeva poco lontano. L’auto veniva bloccata e la 19enne scendeva con in mano il cellulare rubato. Accompagnata presso il Comando Compagnia di Casale, ammetteva le proprie responsabilità, dicendo che aveva bisogno di un cellulare poiché aveva perso il suo. Al termine degli accertamenti veniva denunciata in stato di libertà per furto.

Com. Stam.

2 recommended
comments icon 0 comments
0 notes
85 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *