Serrati controlli amministrativi nelle zone della movida cittadina, in centro e sul lungomare. Sanzionati esercenti irregolari

 -  -  3


Palermo: La Polizia di Stato, nel corso degli ultimi giorni, ha coordinato stringenti controlli amministrativi in tre delle aree cittadine caratterizzate in questo periodo dell’anno da una maggiore concentrazione di persone: la “Vucciria”, la borgata marinara di Mondello ed il Lungomare “Cristoforo Colombo”.

I servizi, cui hanno fatto da cornice numerosi posti di controllo nelle zone limitrofe, hanno voluto incidere non soltanto sulla sicurezza dei cittadini radunatisi nelle aree interessate, ma anche sul principio della leale concorrenza commerciale, inevitabilmente violata da chi aggiri o bypassi obblighi di legge.

Nello storico quartiere cittadino della “Vucciria” gli agenti del Commissariato di P.S. “Centro”, coadiuvati dai poliziotti del Reparto Prevenzione Crimine e da personale del Comando di Polizia Municipale e della Rap, hanno registrato in due Pub irregolarità amministrative e penali, quali l’occupazione di suolo pubblico e l’imbrattamento e deturpamento di cose altrui che hanno portato a sanzioni pari a 2700,00 euro, circa ed alla denuncia dei rispettivi titolari.

Sul lungomare Cristoforo Colombo ed a Mondello i poliziotti del locale Commissariato di P.S., sono stati coadiuvati da Polizia Municipale, A.S.P. e S.I.A.E..

In uno dei locali controllati sono state riscontrate la mancanza di requisiti igienici e la violazione della legge sul diritto d’autore. Tali rilievi hanno portato ad elevare sanzioni del valore superiore ai 2000,00 euro.

Ulteriori verifiche sono in corso per accertare la regolarità della licenza per la somministrazione di alimenti e bevande e della posizione dei dipendenti identificati nel locale in corso di controllo.

Di particolare rilievo anche un controllo effettuato dai poliziotti del Commissariato di P.S. Mondello, unitamente a personale della Polizia Municipale, nei confronti di un locale della zona di via Galatea adibito a struttura ricettiva e censito anche su alcuni siti specializzati.

E’ risultato che tale struttura fosse realmente adibita a casa vacanze “fai da te”, in assenza delle necessarie licenze e completamente “sconosciuta” negli archivi della Questura. Il proprietario dell’immobile e gli effettivi gestori dell’attività sono stati pertanto denunciati per avere omesso di comunicare alla Polizia di Stato i nomi degli alloggiati e l’intera struttura è stata posta sotto sequestro. Il titolare è stato inoltre segnalato per l’assenza di segnalazione certificata di inizio attività al Comune di Palermo

Anche nella zona di Mondello sono stati effettuati numerosi posti di controllo che hanno portato ad identificare 63 individui e controllare 16 veicoli. Sono state riscontrate sette infrazioni al Codice della Strada con multe per oltre 7000,00 euro. Effettuati anche 2 sequestri ed 1 fermo amministrativo di veicoli.

3 recommended
comments icon 0 comments
0 notes
70 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *