Milano: dispositivi della Polizia di Stato nella notte tra venerdì 14 e sabato 15 giugno, in via Valtellina, contro le stragi del sabato sera

 -  -  1


La Polizia di Stato, nella notte tra venerdì 14 e sabato 15 giugno, ha svolto un servizio di prevenzione “stragi del sabato sera” nei pressi di Via Valtellina a Milano.

Al fine di aderire agli standard europei ed in adesione agli obbiettivi del “Libro Bianco” europeo, il cui fine è quello di rafforzare la sicurezza stradale per  dimezzare il numero di morti entro il 2020, attraverso la riduzione dei sinistri stradali, sono state concertate a livello centrale delle misure organizzative per ottimizzare l’attività di accertamento della guida in stato di ebbrezza alcoolica. Durante la scorsa notte gli agenti della Polizia Stradale di Milano, nei pressi di via Valtellina, hanno svolto un servizio mirato per il contrasto al fenomeno della guida in stato di ebbrezza alcolica. Il dispositivo predisposto nelle immediate vicinanze di alcuni locali di intrattenimento composto complessivamente da tre equipaggi, ha consentito di sottoporre a screening una buona parte dell’utenza in transito, attraverso l’utilizzo dei c.d. “precursori” per l’accertamento qualitativo non invasivo di carattere massivo. A seguito di ciò, i conducenti sottoposti a prova con etilometro sono stati 40, di cui 3 denunciati penalmente in stato di libertà per guida in stato di ebbrezza alcolica con un tasso alcolemico compreso tra 0,8 ed 1,5 g/l, ed uno oltre 1,5 g/l. Tra i 7 “positivi all’alcool” anche un conducente spagnolo neo patentato con un tasso sino a 0,5 g/l, a Milano per un weekend all’insegna della movida milanese. A tutti è stata ritirata la patente di guida per la successiva applicazione del periodo di sospensione previsto per la tipologia di violazione accertata. stata ritirata la patente di guida per la successiva applicazione del periodo di sospensione previsto per la tipologia di violazione accertata.

comments icon 0 comments
0 notes
80 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *