Bologna e provincia Feste in sicurezza – arresti e denunce. Le pattuglie a piedi e in moto dei Carabinieri

 -  -  9


I servizi disposti dal Comandante Provinciale dei Carabinieri di Bologna, Colonnello Pierluigi Solazzo, incentrati soprattutto sul monitoraggio dei centri cittadini in concomitanza delle festività pasquali, hanno portato a consistenti risultati operativi, oltre a contribuire ad implementare la necessaria cornice di sicurezza che ha consentito ai bolognesi e turisti di trascorrere serenamente questi giorni.

In tale ottica infatti, oltre al rinforzo degli ordinari servizi di controllo del territorio, proprio in ragione del consistente afflusso di persone in città, favorito dalle belle giornate, è stata dedicata particolare attenzione alla vigilanza delle aree più affollate del centro storico, attraverso l’impiego delle pattuglie a piedi e in abiti civili della Compagnia Carabinieri Bologna Centro e in moto da parte della Squadra Motociclisti del Comando Provinciale Carabinieri Bologna. Medesimo schema è stato applicato anche ai centri più affollati e a rischio della provincia di Bologna, da Borgo Panigale, San Lazzaro di Savena e Imola.

I DATI

2219 PERSONE IDENTIFICATE, 1617 VEICOLI CONTROLLATI, 44 PERSONE DENUNCIATE E 10 PERSONE ARRESTATE.

In particolare, tra queste, tre sono finite in manette per tentato furto aggravato in concorso. È successo all’Apple Store di via Rizzoli, quando una pattuglia di Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Bologna ha arrestato tre rumeni di 19, 23 e 28 anni, residenti a Torino, che stavano tentando di allontanarsi dal negozio, dopo aver asportato uno smartphone del valore di un migliaio di euro. Sempre in materia di reati contro il patrimonio, una 37enne di San Lazzaro di Savena è stata arrestata dai Carabinieri della Stazione Bologna San Ruffillo, su richiesta dell’Autorità giudiziaria di Ravenna e due giovani sono stati denunciati per ricettazione in concorso dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Bologna. La donna, nota alle Forze di Polizia per i suoi precedenti di polizia, dovrà scontare un anno di reclusione in carcere, mentre i due giovani, un 19enne russo e un 18enne cingalese sono stati trovati in possesso di un ciclomotore che era stato rubato in via Indipendenza a una ragazza. I Carabinieri della Stazione Bologna Navile hanno evitato la peggio sequestrando un paolo di ferro a un 46enne italiano durante una lite in strada che l’uomo aveva avuto con un’altra persona, fuggita all’arrivo dei militari. I viali di Bologna sono stati “sorvegliati” costantemente dai Carabinieri della Stazione Bologna Bertalia che durante i controlli alla circolazione stradale hanno denunciato due automobilisti ubriachi. Un’altra importate attività è stata svolta a Borgo Panigale dove i Carabinieri della locale Compagnia, impegnati nei servizi di controllo del territorio in occasione delle festività pasquali, hanno denunciato un 24enne italiano per aver “steso” la fidanzata convivente con un pugno in faccia al termine di una discussione scaturita da un raptus di gelosia. Il giovane è stato denunciato permaltrattamenti in famiglia, mentre la ragazza che ha chiesto aiuto ai Carabinieri, è stata trasportata d’urgenza al Pronto Soccorso. Medicata dai sanitari del 118, la vittima è stata dimessa con una prognosi di 25 giorni: “Frattura spina nasale”.

9 recommended
comments icon 0 comments
0 notes
157 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *