La Polizia di Stato smaschera il titolare di un supermercato cittadino che aveva finto di essere stato vittima di una rapina per intascare il risarcimento assicurativo

 -  -  7


Palermo: La Polizia di Stato ha risolto, in breve tempo, il caso di una misteriosa rapina denunciata dal titolare di un supermercato, asseritamente vittima di una aggressione in strada operata da ignoti in circostanze confuse e contraddittorie che avrebbero fatto un cospicuo bottino prossimo ai quindicimila euro che portava addosso, quale incasso della sua attività commerciale.

A far luce sulla presunta rapina, in realtà una maldestra simulazione di reato, sono stati i poliziotti della sezione “Investigativa” del Commissariato di P.S. “Porta Nuova”. L’uomo, presentandosi in Commissariato, aveva riferito della rapina avvenuta sulla pubblica via ed in un preciso luogo, per altro “osservabile” dalle telecamere di numerosi esercizi commerciali della zona.

Ad insospettire gli agenti sulla veridicità del racconto alcuni elementi e considerazioni: la data della denuncia innanzitutto, non immediata o rivolta al “113” ma differita di qualche giorno rispetto alla “effettiva” consumazione del reato, elemento questo non dirimente ma quantomeno strano, alcune contraddizioni su circostanze di luogo e di tempo elencate dalla vittima e, soprattutto, la visione dei filmati registrati, nell’ora e sul luogo della rapina, dalle telecamente summenzionate che non hanno evidenziato la consumazione di alcun reato.

Ormai messo alle strette e consapevole di non potere reggere ancora a lungo la messinscena, l’uomo è crollalo dinanzi ai poliziotti ed ha ammesso di avere totalmente inventato la storia per beneficiare di una iniezione di liquidità che il risarcimento assicurativo avrebbe rappresentato per il bilancio della sua attività commerciale.

Alla luce di quanto accertato è stato, quindi, denunciato per il reato di simulazione di reato.

7 recommended
comments icon 0 comments
0 notes
166 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *