Milano: la Polizia revoca la licenza ad una sala giochi per violazione alle misure di sicurezza e scarse condizioni di igiene

 -  -  3


Il Questore di Milano Marcello Cardona, nell’ambito dell’attività di prevenzione e controllo del territorio e di monitoraggio dei locali pubblici mediante i sistematici servizi della Polizia di Stato finalizzati al contrasto dei fenomeni di criminalità, ha revocato la licenza alla titolare dell’esercizio dedito esclusivamente al gioco con apparecchi da intrattenimento sito a Milano, via Pellegrino Rossi n. 38.

Gli agenti del del Commissariato “Comasina”, hanno effettuato un controllo nel pomeriggio del 19 dicembre scorso ed hanno accertato le precarie condizioni di igiene e di sicurezza del locale per la presenza di numerosi cavi elettrici improvvisati, trattenuti con del nastro adesivo inidoneo, nonché di numerose prolunghe penzolanti su una tenda non ignifuga, che in caso di corto circuito avrebbero gravi conseguenze sull’incolumità delle persone. Inoltre, all’interno dell’esercizio sono stati rinvenuti numerosi materassi, collocati nel soppalco e al piano inferiore, un angolo cucina, con forno a microonde e generi alimentari, nonché masserizie ammassate, tali da far ritenere un utilizzo improprio della sala come luogo di dimora.

Gli agenti della Divisione Polizia Amministrativa e Sociale della Questura di Milano, l’8 gennaio scorso hanno effettuato un ulteriore controllo all’esercizio, nel corso del quale è stata accertata la mancanza delle condizioni di sicurezza e la presenza di masserizie varie.

Al fine di impedire la prosecuzione dell’attività svolta in violazione delle misure di sicurezza e in mancanza delle condizione di igiene, con grave pregiudizio all’incolumità degli avventori e del personale dipendente, il Questore Marcello Cardona ha decretato la revoca della licenza martedì 16 gennaio con notifica avvenuta ieri 17 gennaio alla titolare da parte degli agenti del Commissariato Comasina.

3 recommended
comments icon 0 comments
0 notes
176 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *