Silvi Marina: Arrestate due rom latitanti

 -  -  4


La Compagnia Carabinieri di Giulianova, allo scopo di prevenire e reprimere i reati contro il patrimonio, soprattutto lungo la fascia costiera, ha incrementato sensibilmente il numero  pattuglie e perlustrazioni sul territorio.

In tale contesto, alle prime ore dell’alba di oggi, a Silvi Marina, i Carabinieri della Stazione di Pineto, di Silvi Marina e quelli del Nucleo Operativo e Radiomobile di questa Compagnia, nel quartiere residenziale Silville hanno intercettato e bloccato un furgone con a bordo due donne rom, V.J, 27 anni, residente a Boscoreale (NA), e S.T., 31 anni, residente a Zagarolo (RM), entrambe pluripregiudicate, che si aggiravano con fare sospetto. Gli immediati accertamenti hanno consentito di accertare che le due rom avevano non solo un curriculum giudiziario di tutto rispetto, ma, cosa più importante, sono risultate latitanti in quanto destinatarie dei provvedimenti cautelari restrittivi di seguito indicati.

Nel dettaglio, a carico di V.J. pendeva:

.    ordine di carcerazione emesso il 3.5.2018 dal Tribunale di Ancona, dovendo espiare 11 anni, 3 mesi e 27 giorni di reclusione per cumulo pene in seguito a condanne per furto aggravato;

ordinanza di ripristino della custodia cautelare in carcere emessa il 31.5.2018 dal Tribunale di Ascoli Piceno, per violazioni delle prescrizioni dell’obbligo di presentazione alla p.g. in seguito ad arresto per furto aggravato avvenuto a San 9.5.2017 ;

mentre a carico di S.T. ordine di carcerazione emesso il 27.7.2018 dal Tribunale di Firenze, dovendo espiare 4 anni, 4 mesi e 7 giorni di reclusione per cumulo pene in seguito a condanne per furto aggravato.

Le arrestate sono state tradotte presso la Casa Circondariale di Teramo.

Quella messa a segno è stata una operazione molto importante dal punto di vista preventivo, in quanto le due gazze ladre, nel corso della notte, avrebbero commesso diversi furti in abitazione lungo la costa.

4 recommended
comments icon 0 comments
0 notes
146 views
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *